Terremoto Modena, il Vescovo Lanfranchi sul luogo del sisma

Mons. Antonio Lanfranchi in visita a Finale Emilia e San Felice sul Panaro per visitare le comunità colpite dal terremoto e manifestare vicinanza agli sfollati, anticipando così l'arrivo del personale della Caritas Italiana

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ModenaToday

Questa mattina mons. Antonio Lanfranchi, accompagnato dal vicario per la pastorale don Federico Pigoni, ha raggiunto la Bassa per visitare le comunità colpite dal terremoto, manifestando sostegno e vicinanza. Prima tappa a Finale Emilia, dove ha incontrato i cittadini accolti centri di prima accoglienza e i volontari della Protezione Civile e  degli Alpini.  L’Arcivescovo in queste ore sta visitando anche San  Felice, Rivara,  Cavezzo, Massa Finalese, le altre comunità ferite. Questa sera alle ore 19, mons. Lanfranchi presiederà la celebrazione eucaristica a Medolla, in occasione della festa dei santi patroni Senesio e Teopompo. Domani mattina a Finale arriverà una delegazione della Caritas italiana, per fare un quadro della situazione e definire le modalità di aiuto, in piena sintonia con il COM della Protezione Civile. In seguito sarà possibile indicare  le modalità di sostegno concreto alle  comunità colpite  dal sisma.

Torna su
ModenaToday è in caricamento