rotate-mobile
Cronaca Via Sgarzeria

Centro storico: il Sert di via Sgarzeria si prepara a traslocare

Al via il bando per l’individuazione delle due nuove sedi del Sert che andranno a sostituire quella attuale: una sarà nella zona est e una nella zona ovest della città. Al via il bando che scadrà il 19 dicembre

Non sarà certo la parola "fine", ma almeno si è iniziato a scrivere l'ultimo capitolo della storia del Sert di via Sgarzeria: con una delibera dell'Ausl di Modena approvata ieri mattina, è stato attivato il percorso che porterà al trasferimento del Servizio per le Tossicodipendenze in due nuove sedi distinte: una a est e una ad ovest di Modena. L'Ausl di Modena ha dato ufficialmente il via al bando che scadrà il 19 dicembre prossimo.

DESIDERATA - Ausl e Comune hanno un'idea precisa dei nuovi Sert. A est e ad ovest, la zona scelta per le strutture dovrà essere facilmente collegata con i trasporti pubblici e i servizi civici. Requisiti preferenziali saranno inoltre, l’ubicazione del Servizio in un fabbricato indipendente, circondato da area cortiliva, o in alternativa in contesto direzionale con spazi esterni e accesso indipendente. Richiesta poi la presenza di uno spazio esterno autonomo, dedicato esclusivamente a parcheggio per gli utenti e il personale. Ciascuna sede, preferibilmente disposta su un unico piano, tra ambulatori, sale riunioni, infermeria e spogliatoi andrà ad occupare circa 350 metri quadrati. 

ORARI - Complessivamente le ore di apertura del servizio passeranno dalle attuali 27 a 60, con un ampliamento soprattutto nella seconda metà del pomeriggio, sino alle ore 20.00, che consentirà di rendere più agevole l’accesso anche a categorie, come ad esempio i lavoratori, che possono contare su una minore libertà nella gestione dei propri orari.

 

DIRETTORE - Giuseppe Caroli, direttore generale dell'Ausl di Modena, si augura che questa soluzione possa essere d'aiuto per tutti: "L’auspicio ora è che una volta individuate le due nuove sedi, prevalga un approccio maturo da parte di tutti, cercando davvero la migliore gestione possibile per un servizio che è fondamentale per la comunità intera - afferma - In altri termini, mi auguro che prevalga l’attenzione per l’interesse generale e che non si aprano fronti in cui interessi particolari, pur da tutelare, creino situazioni di difficoltà all’applicazione di una soluzione migliorativa sia per i pazienti, sia per la città”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Centro storico: il Sert di via Sgarzeria si prepara a traslocare

ModenaToday è in caricamento