rotate-mobile
Cronaca

Troppi episodi di violenza a bordo, il treno Regionale potrebbe essere soppresso

Anche il Regionale che passa alla stazione di Modena alle 19.59 rientra nella lista dei convogli che il Gruppo Fs potrebbe sopprimere. Escalation di comportamenti violenti che hanno richiesto spesso l'intervento della Polizia

C’è anche un treno regionale emiliano tra quelli che Gruppo Fs potrebbe sopprimere se la polizia non garantirà la sicurezza a bordo per personale Trenitalia e passeggeri. Si tratta del regionale Piacenza-Ancona, che ferma alla stazione di Modena alle 19.59, diretto verso la Romagna. La tratta critica è proprio quella fra Modena e Rimini. 

La notizia, lanciata da Tgcom24, spiega che in totale sono oltre 15 i treni, in sette regioni, più a rischio aggressioni e che potranno essere soppressi se non verrà garantita la presenza a bordo delle forze dell'ordine. La lista è stata individuata durante un incontro tra il Gruppo Fs e i sindacati, convocata dopo le numerose aggressioni al personale sui treni, culminate con l'emblematico episodio di Milano. La soppressione del convoglio “modenese” scatterebbe dal 26 giugno.

Il treno regionale, molto usato dai pendolari, in particolare al mattino in direzione Bologna e al tardo pomeriggio per il rientro, è stato più volte oggetto di situazioni che hanno richiesto l’intervento della polizia ferroviaria.

Nella tarda serata, chi ha viaggiato su questo treno - ma anche su altri diretti al centro-sud - è stato spesso testimone di situazioni che solo per puro caso non sono sfociate nella violenza. Immigrati senza biglietto, balordi di ogni tipo, prostitute che utilizzano gli scompartimenti per cambiarsi. Atteggiamenti strafottenti e aggressivi verso il personale dei treni. Di biglietti, naturalmente, nemmeno l’ombra.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Troppi episodi di violenza a bordo, il treno Regionale potrebbe essere soppresso

ModenaToday è in caricamento