rotate-mobile
Martedì, 16 Agosto 2022
Cronaca Ciro Menotti / Via Anacarsi Nardi

Via Nardi: finto assicuratore ruba 4500 euro a un anziano

Con un espediente, un truffatore ha raggirato un pensionato fingendo di vantare un credito verso il figlio del malcapitato. Preoccupazione dalla Questura per un fenomeno, quello delle truffe agli anziani, che non accenna a calare

È riuscito a farsi aprire la porta di casa e a farsi pagare fingendo di essere un creditore. Questo il modus operandi adottato stamattina da un truffatore a danni di un anziano residente in via Anacarsi Nardi. Il pensionato è stato truffato da un finto assicuratore: quest'ultimo ha millantato un credito per un incidente stradale avuto dal figlio dell'anziano 80enne e che solamente dopo avere saldato il conto sarebbe stato possibile chiudere la pratica assicurativa. L'anziano ha consegnato al truffatore, un uomo italiano sulla trentina, la somma di 4500 euro in contanti e si è accorto del tranello quando ormai era troppo tardi e il malfattore se n'era già andato. Intervenuta sul posto la Polizia di Stato per raccogliere eventuali testimonianze.

AVVERTIMENTO - Nonostante i continui avvertimenti lanciati alla cittadinanza, proseguono le truffe a danni di anziani e persone in difficoltà da parte di soggetti che si presentano a casa o che adescano le potenziali vittime in strada, spacciandosi per assicuratori, poliziotti o dipendenti di istituti di credito. Questi malvvienti sono soliti seguire le loro vittime già all'uscita di banche o uffici postali avvicinandole per strada in assenza di testimoni. "Qualora non sia possibile il contatto per strada - ha ricordato la Questura di Modena - seguono le vittime fino all’abitazione". Dagli uffici di via Giovanni Palatucci ricordano come sia necessario non intrattenere alcuna conversazione con queste persone e, soprattutto, non aprire loro le porte di casa e informare immediatamente le Forze dell'Ordine. "Si raccomanda- conclude la Questura di Modena - di memorizzare, se possibile, la fisionomia, la foggia ed il colore degli abiti, la cadenza linguistica e l’eventuale utilizzo di mezzi di trasporto privati, tutte notizie di fondamentale utilità per rintracciare questi malfattori".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Via Nardi: finto assicuratore ruba 4500 euro a un anziano

ModenaToday è in caricamento