rotate-mobile
Cronaca Spilamberto

Assegno contraffatto, ancora una truffa a Spilamberto

I Carabinieri hanno identificato i responsabili di due truffe ai danni di cittadini di Spilamberto. Un giovane era stato raggirato da un bresciano che lo aveva pagato con un assegno falso per 3mila euro

Proseguono, con esito positivo, le indagini dei Carabinieri di Spilamberto a seguito di diverse truffe che hanno visto protagonisti i residenti del comune modenese. Nei giorni scorsi, infatti è stato denunciato un 27enne bresciano, colpevole di aver pagato con un assegno contraffatto un oggetto messo in vendita online da un giovane spilambertese.

Il ragazzo aveva infatti concordato con l'acquirente la vendita di un'antenna satellitare, per la cifra di 3.000 euro. Il 27enne lombardo aveva ritirato personalmente la parabola, lasciando un assegno che al momento dell'incasso si è però rilevato del tutto fasullo. I Carabinieri hanno impiegato diverso tempo a risalire all'identità del truffatore, scoperto grazie alla targa dell'auto usata nel viaggio a Spilamberto e quindi denunciato a piede libero.

Stessa sorte è toccata ad un 30enne residente a Taranto, che sotto le feste natalizie aveva messo in vendita online un console PS4, al prezzo di 250 euro. Nella trappola era caduta una donna che aveva versato il dovuto sulla carta PostePay del pugliese, senza però ricevere la merce. Una truffa molto comune che sta dilagando di pari passo con il commercio elettronico: come ricordano i Carabinieri stessi, è sempre bene scegliere canali ufficiali e certificati per i propri acquisti, senza cercare occasioni che in realtà si rivelano per essere banali raggiri.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Assegno contraffatto, ancora una truffa a Spilamberto

ModenaToday è in caricamento