rotate-mobile
Cronaca Ospedale Universitario / Piazza Pozzo

Falsi trapianti a Modena, otto denunce per truffa a Taranto

La Guardia di Finanza della città jonica incastra otto persone che documenti false operazioni eseguite a Modena e Bari per ottenere rimborsi dall'Asl di Taranto. Sequestrati 140mila euro di beni

Il nome degli ospedali modenesi finisce involontariamente in un caso di una presunta truffa ai danni dell'Azienda sanitaria locale di Taranto. A cadere nella rete della Guardia di Finanza sono state otto persone, sette residenti a Taranto e una a Ginosa. 

Secondo quanto accertato, avrebbero esibito alla Asl del capoluogo jonico certificazioni mediche false che attestavano il ricovero e prestazioni specialistiche presso strutture sanitarie delle città di Modena e di Bari. In questo modo avrebbero indotto in errore l'azienda sanitaria tarantina che ha erogato in loro favore somme di denaro pari a circa 140mila euro a titolo di rimborsi per spese di viaggio, vitto e alloggio sostenute per visite mediche e ricoveri pre-trapianto, in realtà mai effettuati. I rimborsi sono previsti dalla legge regionale pugliese n.25 del 1996. I responsabili denunciati devono rispondere di truffa continuata ai danni di un ente pubblico.

Nell'operazione sono state sequestrate anche due unità immobiliari, nove auto e due motociclette per un valore complessivo di circa 140mila euro nell'ambito dell'inchiesta sulla presunta truffa ai danni della Asl di Taranto scoperta da militari della Guardia di Finanza del capoluogo jonico. Si tratta di un sequestro preventivo 'per equivalente'.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Falsi trapianti a Modena, otto denunce per truffa a Taranto

ModenaToday è in caricamento