rotate-mobile
Cronaca Castelfranco Emilia

Castelfranco: mago e sensitivo arrestato dai Carabinieri per truffa

In manette un 54enne di Formigine che, spacciandosi per veggente e guaritore, garantiva predizioni e riti magici come opere efficaci per curare e diagnosticare patologie anche gravi tra cui il cancro

Truffa e circonvenzione di incapaci aggravate e continuate. Questi i fatti contestati al 54enne formiginese Massimo Nervosi: celibe, incensurato e formalmente disoccupato, era noto a Castelfranco Emilia per la sua dedizione alle arti magiche sotto il nome di "Eleàsar". L'uomo, arrestato giovedì pomeriggio dai Carabinieri, per sbarcare il lunario, era solito spacciarsi come sensitivo, veggente e guaritore: le sue facoltà "paranormali" venivano esercitate in un prefabbricato adibito a studio installato in una villetta di Castelfranco di proprietà dei suoi familiari. Gli interni erano arredati con decine di santini e simboli della religione cattolica.

LA TRUFFA - Il nome d'arte del guaritore è stato riciclato dagli operatori dell'Arma per battezzare l'operazione che ha portato al suo arresto: sviluppatesi in una lunga serie di osservazioni, pedinamenti, intercettazioni telefoniche e riprese video, le indagini hanno preso piede agli inizi di quest'anno a partire dalla denuncia di un ex "paziente" del mago, un 60enne affetto da problemi psichici. Con l’apparente proposito di curare i suoi malesseri fisici e psicologici, il mago Eleazar l’aveva raggirato e truffato per un totale di 5mila euro, corrispondenti al prezzo di circa dieci sedute curative. Quando poi il paziente si era reso conto di potere essere vittima di un raggiro e di volere interrompere le sedute, il guaritore, forte del proprio carisma e della debolezza psicologica dell’assistito, gli aveva ingenerato timori per gravi conseguenze di fatto inesistenti. Le indagini hanno dimostrato la fondatezza della denuncia, svelando numerosi episodi analoghi e più in generale, una continuativa e pluriennale attività di guaritore paranormale in nome della quale l’arrestato aveva anche sconsigliato alcuni “pazienti” affetti da varie malattie dal ricorrere a cure ed analisi mediche nonché spacciando predizioni e riti magici come opere efficaci per curare e diagnosticare patologie anche gravi tra cui il cancro.

L'ARRESTO - Sulla base degli elementi raccolti e, soprattutto, in presenza di un potenziale pericolo per la salute di diverse persone, i Carabinieri, d’intesa con l’Autorità Giudiziaria, hanno deciso di non aspettare oltre e di intervenire in flagranza di reato. Quando è stato effettuato il blitz nello studio, il mago aveva appena ricevuto un “cliente” di oltre 80 anni, con lo scopo di guarire a distanza l’autismo del figlio (invalido al 100%), dietro il corrispettivo di 100 euro per ciascuna delle sedute che sarebbero state necessarie per ristabilirne la disabilità. Tra i vari documenti sequestrati, figurano anche vari certificati medici falsificati in bianco, sui quali si stanno tuttora effettuando delle indagini che potrebbero integrare anche il reato di esercizio abusivo della professione medica. Una volta dichiarato in stato di arresto, il mago 54enne è stato condotto in carcere e messo a disposizione dell'Autorità Giudiziaria.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Castelfranco: mago e sensitivo arrestato dai Carabinieri per truffa

ModenaToday è in caricamento