rotate-mobile
Cronaca

Truffe, raggiri e furti, non si ferma l'emergenza in città

Ogni giorno nuove denunce alle forze dell'ordine, alle prese con diversi gruppi criminali che prediligono agire nei parcheggi dei centri commerciali, spesso colpendo le persone più anziane e sole. Altri due casi quest'oggi

I furti in appartamento e nelle attività commerciali non sono gli unici fatti criminali che stanno flagellando la città e la provincia in queste settimane di rinnovato allarme sicurezza. Continuano infatti ad agire indisturbati diversi truffatori, spesso in coppia o in piccole bande, che approfittano di trucchi collaudati e di soggetti “deboli” per impossessarsi di denaro e altri oggetti di valore.

É il caso della cosiddetta truffa della “gomma bucata”, che anchequesta mattina ha mietuto una vittima. Questo sistema prende di mira chi parcheggia l'auto e si reca a far la spesa nei centri commerciali e quando rientra con il carrello pieno si trova un pneumatico tagliato. Durante le operazioni di sostituzione i ladri-truffatori ne approfittano per impossessarsi degli effetti personali degli automobilisti, spesso lasciati a bordo dell'auto aperta. Questa mattina in via Morane, nel parcheggio de La Rotonda, è toccato ad un uomo residente in città, che si è visto rubare il borsello, con telefono, denaro, documenti e chiavi di casa, con un danno che va oltre il valore stesso di quanto viene rubato.

Se i parcheggi dei centri commerciali restano uno dei terreni di caccia preferiti, i truffatori colpiscono sistematicamente anche le persone anziane, spesso dopo appostamenti e pedinamenti per carpirne le abitudini e scegliere il modo per colpire. Nel primo pomeriggio di oggi un episodio del genre è capitato ad un anziano di 87anni, che a dispetto dell'età manda avanti un negozio in zona Sant'Agnese.

A colpire è stata una donna, che lo ha “abbindolato” con le chiacchiere, riuscendo a sfilargli diverse banconote che l'anziano negoziante aveva in tasca, per un valore di circa 300 euro. Poi si è data alla fuga con alcuni complici che l'attendevano in auto all'uscita del negozio. Su questo come su altri casi analoghi indaga la Polizia.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Truffe, raggiri e furti, non si ferma l'emergenza in città

ModenaToday è in caricamento