rotate-mobile
Cronaca Piazza Dante Alighieri

Chiude la linea storica, Modena festeggia l'ultimo treno in Stazione

Sabato 29 novembre alle 21.59 in Stazione dei treni banda cittadina e brindisi con vin brulè e bensone per celebrare l’ultimo passaggio. Sul treno una delegazione modenese. Poi la linea sarà soppressa per fare spazio al nuovo tracciato

Sarà il regionale veloce 2067 Voghera-Piacenza-Bologna l’ultimo treno diretto a sud ad attraversare il territorio di Modena utilizzando gli attuali binari della linea storica, che fino ad oggi hanno diviso la città in due parti. Da domenica 30 novembre infatti i treni della linea Bologna – Piacenza  correranno, nel tratto fra Modena e Rubiera, sui nuovi binari la cui realizzazione fu decisa nell’ambito del progetto per la nuova linea Alta Velocità.

Per l’occasione, il treno fermerà nella stazione di Rubiera, dove è prevista la salita di una delegazione modenese composta da autorità e cittadini, tra cui il sindaco Gian Carlo Muzzarelli, la presidente del Consiglio comunale Francesca Maletti, gli ex sindaci Giorgio Pighi e Giuliano Barbolini, assessori e consiglieri comunali e di quartiere.

La partenza del treno dalla stazione di Rubiera è prevista per le 21.53 con arrivo alla Stazione di Modena alle 21.59, dove sarà accolto dalla banda cittadina “A.Ferri”. Una volta scesi dal mezzo, che proseguirà la sua corsa verso Bologna, i viaggiatori si sposteranno in Piazza Dante, dove i festeggiamenti, aperti a tutta la cittadinanza, proseguiranno con un brindisi, bensone e vin brulè a cura della Polisportiva Madonnina.

Sulla tratta in via di dismissione transiterà poco dopo anche un altro treno in direzione sud-nord: si raccomanda quindi ai cittadini la massima prudenza nei pressi dei binari. L’iniziativa è organizzata dal Comune di Modena in collaborazione con Rete Ferroviaria Italiana.

Il nuovo tracciato, lungo oltre 8,5 chilometri di cui quasi 2 all’interno di una galleria artificiale, si sviluppa interamente nel comune di Modena, fra le località di San Cataldo e Cittanova. Realizzato più a nord rispetto all’attuale, sarà funzionale all’apertura del nuovo scalo merci di Marzaglia, nonché al suo collegamento diretto con la linea Modena – Verona attraverso una nuova bretella. Parallelamente, l’eliminazione dei vecchi binari consentirà il recupero urbanistico della zona occidentale della città, cresciuta intorno alla ferrovia che oggi la divide.

Per consentire l’attivazione della nuova infrastruttura, dalle 16 di sabato 29 alla stessa ora di domenica 30 novembre sarà modificato il programma di circolazione dei treni sulla linea convenzionale Bologna – Piacenza.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chiude la linea storica, Modena festeggia l'ultimo treno in Stazione

ModenaToday è in caricamento