UniMoRe propone un network tra centri di Risorse Biologiche

UniMoRe ha organizzato per martedì 17 Febbraio un incontro per creare un network tra centri di Risorse Biologiche. L'obiettivo è lo scambio di risorse, tecnologie e scoperte scientifiche per ampliare la connettività ed essere competitivi

Creare un network fra i Centri di Risorse Biologiche, collezioni di microorganismi detenute dalle Università e Centri di ricerca è il tema dell’incontro promosso da UniMoRe per martedì 17 febbraio 2015 a Modena. L'iniziativa avrà luogo alle ore 10.30 presso l'Aula 1 della Biblioteca Scientifica Interdipartimentale, (via Campi n. 213/c) a Modena si propone di intavolare una discussione fra esperti, in merito alla importanza di implementare le collezioni e creare un network fra strutture, per favorire lo sviluppo delle biotecnologie e sostenere il lavoro dei ricercatori.

UN PROGETTO PER IL FUTURO. Con la collezione microbica del Dipartimento di Scienze della Vita (UMCC) - dichiara il prof. Paolo Giudici, docente UNIMORE e Coordinatore Scientifico di UMCC – vogliamo offrire un servizio utile per la ricerca, l’insegnamento, l’industria e per le applicazioni biotecnologiche. Ci proponiamo poi un obiettivo ambizioso: connettere le Collezioni microbiche e i ricercatori per fornire risorse e servizi più efficaci e soddisfare le esigenze di innovazione del settore delle biotecnologie”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

IL PROGRAMMA. L' apertura dei lavori è affidata al  Prorettore di Modena prof. Sergio Ferrari e alla prof.ssa Daniela Quaglino, Direttore del Dipartimento di Scienze della Vita di UNIMORE. Sarà poi la volta della prof.ssa Cristina Varese dell'Università degli studi di Torino che illustrerà lo scenario europeo e italiano dei Centri di Risorse Biologiche e del progetto MIRRI, che riunisce numerosi Paesi europei attorno allo sviluppo di un network delle collezioni di microorganismi. Gli aspetti normativi, la proprietà intellettuale e il trasferimento tecnologico saranno approfonditi da Vico Valentini e Valeria Bergonzini di UNIMORE. La struttura di UMCC sarà illustrata da Luciana De Vero (curatrice UMCC), mentre le strategie per la realizzazione di un network regionale di collezioni saranno il tema di una sessione dedicata che avrà come chairman Pietro Buzzini dell' Università di Perugia. All'interno della sessione Luigi Grazia dell'Università di Bologna, Sandro Cocconcelli dell'Università Cattolica ed Erasmo Neviani dell'Università di Parma presenteranno le collezioni di microrganismi attive sul territorio regionale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le creme solari pericolose per la salute: 4 sostanze fondamentali

  • L'ex Commissario Venturi si ricrede: "Il lockdown totale è stato un errore"

  • Cosa fare a Modena e provincia: 10 idee per il weekend

  • Contagio, nel modenese quattro nuovi casi e un ricovero in Terapia Intensiva

  • Carpi, da domani attivi i nuovi fotored. Presto altri quattro incroci monitorati

  • Covid. In Emilia-Romagna oggi 31 casi e 7 decessi

Torna su
ModenaToday è in caricamento