rotate-mobile
Sabato, 21 Maggio 2022
Cronaca Campus Universitario / Via Vignolese, 905

Università, consegnati i premi alla memoria ddell'ing. Gianni Bignardi

Consegnati a Pierluigi Barbieri ed a Federico Oyedeji Falope i premi di laurea intitolati alla memoria dell'ing, Gianni Bignardi, scomparso il 29 maggio 2012 a seguito del crollo di un capannone su cui stava effettuando un sopralluogo

Due giovani neo laureati della laurea magistrale in Ingegneria Civile dell’Università degli studi di Modena e Reggio Emilia avranno la responsabilità di raccogliere il testimone scientifico-tecnico abbandonato forzatamente la mattina del 29 maggio 2012 dall’ing. Gianni BignardiPer il secondo anno dal quel tragico giorno, che ha visto il 62enne ingegnere mirandolese cadere sotto il crollo di un capannone industriale a San Felice, dove stava conducendo una perizia tecnica su quel manufatto lesionato dalla prima violenta scossa di terremoto del 20 maggio 2012, l’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Modena e la Federazione regionale degli Ordini degli Ingegneri dell’Emilia Romagna hanno provveduto a consegnare i 2 premi di laurea del valore di 1.500,00 euro ciascuno. 

La cerimonia, presieduta dal prof. Marcello Tarantino, Presidente del corso di laurea magistrale in Ingegneria Civile, si è svolta nell’Aula Magna del Dipartimento di Ingegneria “Enzo Ferrari” a Modena alla presenza del Rettore dell’Università degli studi di Modena e Reggio Emilia prof. Angelo O. Andrisano, del Presidente dell’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Modena ing. Augusto Gambuzzi, del Presidente della Federazione degli Ingegneri dell’Emilia Romagna ing. Felice Monaco, del Sindaco di Modena Gian Carlo Muzzarelli, di amici e parenti dello scomparso, nonché del Sindaco di San Felice e Presidente dell’Unione dei Comuni dell’Area Nord di Modena Alberto Silvestri. 

Destinatari dei due Premi di laurea principali sono: il modenese ing. Pierluigi Barbieri, che ha conseguito la laurea magistrale in Ingegneria civile il 7 novembre 2013 ottenendo il punteggio di 110/110 con una tesi su “Analisi di vulnerabilità sismica di un edificio storico e strategico in muratura: ipotesi di intervento e valutazione dei costi” (relatore: ing. Luca Lanzoni) ed il carpigiano ing. Federico Oyedeji Falope, anche lui laureato magistrale in Ingegneria civile, con una tesi discussa il 15 aprile scorso su “Comportamento sismico dell’accoppiamento dei pannelli con elementi strutturali nei prefabbricati industriali” (Relatore: ing. Giorgio Serafini), che gli è valso il punteggio di 110/110 e lode. Un terzo contributo sempre istituito dall’Ordine degli Ingegneri della provincia di Modena consentirà al giovane ing. Nicola Turrini di pubblicare in forma di volumetto la sua tesi sulla sismica, riguardante in particolare la costruzione di pannelli e assetti prefabbricati. Infine, 5 giovani ingegneri hanno ricevuto una menzione speciale per le loro tesi condotte all’estero.

“A nome dell’Ateneo  – ha detto il Rettore prof. Angelo Andrisano – ringrazio l’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Modena e la Federazione regionale degli Ordini degli Ingegneri dell’Emilia Romagna perché hanno voluto destinare a nostri giovani neo laureati questi premi di studio che ricordano il sacrificio dell’ing. Gianni Bignardi. Per noi questa iniziativa rappresenta un invito ad intensificare l’impegno dell’Ateneo perché si proseguano gli studi e le ricerche relativi alla sicurezza sismica degli edifici. I tragici fatti del 2012 devono ammonirci ad investire come istituzioni ed organizzazioni economiche in questo campo, un ambito nel quale Modena grazie alla competenza ed alla preparazione raggiunta dai colleghi della nostra università può diventare centro di eccellenza nazionale”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Università, consegnati i premi alla memoria ddell'ing. Gianni Bignardi

ModenaToday è in caricamento