Unimore: diverse migliaia di candidati ai test d'ammissione

Anche oggi un migliaio di studenti si sono sottoposti ai test dei corsi di Farmacia, Chimica e Tecnologia Farmaceutiche (CTF) e alla prova non selettiva per le lauree triennali della Facoltà di Ingegneria "Enzo Ferrari"

L'attesa dei candidati all'ingresso della Facoltà di Ingegneria "Enzo Ferrari" Modena

Un altro migliaio di studenti anche oggi hanno affollato le aule dell’Università degli studi di Modena e Reggio Emilia, dove si sono tenuti le prove di ammissione ai corsi di laurea magistrale a ciclo unico in Farmacia e in Chimica e Tecnologia Farmaceutiche (CTF) della Facoltà di Farmacia ed il test d’ingresso non selettivo richiesto a chi intende immatricolarsi ai corsi di laurea triennali della Facoltà di Ingegneria “Enzo Ferrari” di Modena (Ingegneria civile e ambientale, Ingegneria elettronica, Ingegneria informatica e Ingegneria Meccanica) e della Facoltà di Ingegneria di Reggio Emilia(Ingegneria gestionale e Ingegneria meccatronica).  

FARMACIA - La risposta è stata massiccia soprattutto per Chimica e Tecnologia Farmaceutiche dove all’appuntamento su 156 candidati che avevano inoltrato domanda si sono presentati a contendersi i 100 posti a disposizione in 135 (86,53%). La selezione comunque è stata molto più severa per Farmacia, in quanto a gareggiare per i 100 posti disponibili sono giunti in 193 su 252 domande pervenute (75,58%).    

INGEGNERIA - Numerosa anche la schiera delle nuove matricole di Ingegneria che si sono messe in coda sia a Modena che a Reggio Emilia, fin dalla mattinata, per sostenere una difficile prova proposta loro per evitare una partenza ad handicap, ovvero di poter iniziare il percorso universitario scelto senza dover affrontare il recupero della totalità degli Obblighi Formatici Aggiuntivi (OFA) pretesi dai loro docenti a quanti continueranno ad iscriversi fino al 28 ottobre e che non avranno modo di dare propria delle conoscenze e della preparazione possedute. A Modena sono arrivati in 524 (92,92%) dei 552 attesi. A Reggio Emilia hanno risposto all’appello in 145 su 169 (85,79%).

MEDICINA - Nella giornata di ieri, via del Pozzo è stata presa d'assalto da tantissimi aspiranti camici bianchi di Medicina-Chirurgia e Odontoiatria e Protesi Dentaria: sono stati 910 i candidati che ieri mattina hanno tentato di accaparrarsi uno dei 153 posti che verranno assegnati attraverso il test d’ammissione. Quindi, circa uno su dieci ce la farà a entrare da studente di Medicina od Odontoiatria. Dei 1135 candidati attesi, alla fine, nelle aule predisposte al Centro Servizi Didattici della Facoltà di Medicina e Chirurgia ed in quelle universitarie all’interno del Policlinico per accogliere tutti gli studenti che avevano fatto domanda, si è presentato l’80,18% con un incremento del 7,18% rispetto allo scorso anno. 

LA PROVA IN VIA DEL POZZO - La prova è regolarmente iniziata alle ore 11.00, dopo che la commissione incaricata della sorveglianza, presieduta dal prof.ssa Carla Palumbo, docente di Anatomia Umana della Facoltà di Medicina e Chirurgia, ha concluso le operazioni di identificazione dei candidati, distribuiti tra le varie aule seguendo un ordine cronologico di nascita. Nessun intoppo durante l’espletamento di queste procedure e, soprattutto, la sorveglianza dato che hanno visto mobilitate circa 100 persone tra personale tecnico-amministrativo e docenti. Gli studenti avevano a disposizione 2 ore per rispondere agli 80 quesiti a risposta multipla predisposti dal Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca, che si sono potuti conoscere solo al momento dell’apertura delle buste sigillate trasmesse all’Ateneo in numero corrispondente alle domande di ammissione raccolte. Le buste rimaste dovranno essere riconsegnate sigillate allo stesso MIUR. I primi candidati sono usciti, come consentiva il regolamento verso le 12.30.   

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La palestra "ribelle" GimFIVE di Modena Est riapre oggi. Arriva la polizia

  • #IoApro, si allarga anche a Modena la protesta dei commercianti per riaprire tutto il 15 gennaio

  • Tavoli pieni e cena regolare nei ristoranti aperti ieri sera contro il Dpcm

  • L'Emilia-Romagna resta arancione, firmato il nuovo Dpcm

  • Coronavirus, percentuale di positivi in crescita. A Modena altro picco

  • Coronavirus, oggi dati in netto calo in Emilia-Romagna. A Modena 203 casi

Torna su
ModenaToday è in caricamento