rotate-mobile
Mercoledì, 25 Maggio 2022
Cronaca

Sanità, promosse le strutture ospedaliere modenesi

Diverse le posizioni di eccellenza a livello nazionale: su 41 indicatori valutati, in 10 casi gli ospedali pubblici della nostra provincia si collocano fra le migliori 20 strutture d’Italia.

“Risultati soddisfacenti che dimostrano che la qualità dei nostri ospedali e più in generale della rete è più che buona sul piano nazionale. Il merito va a tutti i nostri collaboratori, medici, infermieri, tecnici e amministrativi, a maggior ragione se si considera che i risultati si riferiscono al 2012, anno che purtroppo ricorderemo per le drammatiche conseguenze del terremoto”. Questo è il commento dei due direttori generali delle Aziende Sanitarie modenesi, Usl e Policlinico, Mariella Martini e Licia Petropulacos rispetto ai dati contenuti, pubblicati nei giorni scorsi, all’interno del Programma Nazionale Esiti. 

Si tratta di un sistema di indicatori elaborati dall’Agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali, in collaborazione con le Regioni, che misurano alcuni aspetti dell’assistenza sanitaria in Italia, con particolare attenzione agli esiti, vale a dire l’evoluzione clinica degli interventi assistenziali. 

Modena brilla perciò per la riuscita di interventi a seguito di ictus e Bpco, con un tasso di mortalità inferiore del 50% rispetto alla media nazionale. Significativo anche il numero di parti cesarei, 8% contro il 26% a livello italiano.Ottimi risultati anche contro l'infarto e l'angioplastica precoce, oltre che in delicati interventi di chirurgia e chirurgia dei tumori, dove le strutture modenesi si collocano tra i migliori 20 ospedali d'Italia. “Naturalmente – chiosano Martini e Petrapulacos – dovremo continuare a lavorare per migliorare ancora e realizzare quegli interventi, in molti casi già attivati, che porteranno all’organizzazione di diverse aree per intensità di cura”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sanità, promosse le strutture ospedaliere modenesi

ModenaToday è in caricamento