rotate-mobile
Giovedì, 26 Maggio 2022
Cronaca Castelfranco Emilia

Rimproverato al lavoro, si vendica bruciando l'auto del caporeparto

E' stato denunciato un giovane marocchino che durante la notte di sabato scorso ha dato fuoco all'auto del suo superiore, parcheggiata in strada a Castelfranco Emilia. Era una ripicca per i rimproveri sul lavoro

Sabato scorso, intorno all'1.30 di notte, i Carabinieri erano intervenuti presso un'abitazione di Castelfranco Emilia, dove un residente aveva subito un atto vandalico. La sua auto, una Renault Clio parcheggiata a bordo strada, era infatti stata data alle fiamme da qualche sconosciuto. Fortunatamente l'episodio era stato notato in tempo dallo stesso proprietario dell'auto che era riuscito in qualche modo “artigianale” a soffocare le fiamme ed evitare danni ingenti.

Sul posto erano state rinvenute due bottigliette vuote sporche di benzina, ma nessuna traccia del delinquente. Tuttavia, i Carabinieri di Castelfranco non hanno impiegato molto tempo a risalire all'identità del piromane, grazie agli indizi forniti dalla vittima. Scandagliando tra le possibili “inimicizie”, l'uomo ha citato ai militari un giovane che lavorava nella sua stessa fabbrica e che già era sospettato di aver rigato l'auto nel parcheggio della ditta.

Motivo della contesa? Il giovane in questione, un marocchino di 19 anni, era stato più volte ripreso e segnalato ai vertici aziendali dal castelfranchese in qualità di responsabile della linea produttiva. Il suo atteggiamento di “scansafatiche” gli era valso diversi richiami, cosa che evidentemente il giovane nordafricano non ha digerito, passando così all'azione. Il ragazzo è stato raggiunto dai Carabinieri nei giorni scorsi e ha confessato tutto, venendo così denunciato per danneggiamento.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rimproverato al lavoro, si vendica bruciando l'auto del caporeparto

ModenaToday è in caricamento