Vende profumi contraffatti fra i banchi del Novi Sad: multa e denuncia per un 49enne

Incastrato dalla Polizia Locale di Modena durante il mercato del lunedì al Novi Sad per vendita abusiva di merce contraffatta. Per il 49enne scattano una sanzione da 5mila euro e la denuncia penale

Lussuosi profumi di marca venduti abusivamente da un’ambulante a 20 o 30 euro , ma dopo alcuni accertamenti è emerso che non solo l’ambulante era abusivo, ma che anche la merce risultava contraffatta.

Per l’uomo, un 49 italiano, residente a Parma e nativo di Napoli, che vendeva illegalmente fragranze taroccate, scatterà anche una denuncia penale e a suo carico è già stata elevata una sanzione da oltre 5 mila euro.

La sua presenza al mercato del Novi Sad era stata segnalata una prima volta alcune settimane fa agli operatori del Nucleo commerciale della Polizia locale, che svolgono controlli finalizzati anche a contrastare il commercio abusivo e di merce contraffatta, al fine di tutelare i consumatori. Lunedì 3 febbraio il venditore abusivo si aggirava nuovamente al mercato con una borsa di plastica dalla quale spuntavano confezioni di marca come  Chanel, Dolce e Gabbana, Armani e Dior, ma anche Paco Rabanne, Lancome e Yves Sant Lauren, fragranze femminili e maschili. 

Ad incastrarlo sono stati i giovani agenti della zona Centro storico. In servizio in abiti borghesi, gli operatori di Polizia Locale hanno tenuto d’occhio l’ambulante abusivo e finto di essere interessati alla merce.

All’uomo, che tentava di vendere loro alcuni flaconi, hanno quindi contestato il commercio abusivo su aree pubbliche, poiché esercitava l'attività di vendita all'interno dell'area mercatale privo di qualsiasi autorizzazione, elevando a suo carico una sanzione di 5.164 euro e procedendo al sequestro di 24 confezioni di profumo risultate poi contraffatte.

Il presidente del Consorzio il Mercato Guido Sirri ha ringraziato pubblicamente il Nucleo commerciale della Polizia locale di Modena per l'intervento: "La segnalazione era stata fatta alcune settimane fa proprio da alcuni colleghi, rappresentanti del Consorzio Il Mercato. Dopo gli approfondimenti effettuati dalla Polizia Locale è stato possibile individuare e sanzionare la persona che ha tenuto comportamenti illeciti: esercizio abusivo dell’attività di ambulante e vendita di merce contraffatta. Il messaggio inequivocabile che desidero arrivi a quanti il lunedì vengono a fare acquisti al Parco Novi Sad è che noi siamo sempre e soltanto dalla parte di chi opera correttamente, nel rispetto delle normative perché solo così possiamo preservare la solidità del rapporto fiduciario che si instaura con la clientela e, contestualmente tutelare la reputazione di un intero mercato e di centinaia di imprenditori che con sacrificio svolgono la propria attività”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Addio a Benny, l'imprenditore dei bar modenesi

  • Bonaccini annuncia: "Torneremo zona gialla, ma fra una settimana"

  • Nuova ordinanza regionale, riaprono i negozi di piccole e medie dimensioni

  • Coronavirus, casi stabili in regione. A Modena un nuovo picco

  • Coronavirus, scendono i casi attivi e i ricoveri in regione. Modena conferma il calo

  • Coronavirus. In regione il 13,8% dei tamponi è positivo. Modena resta la peggiore per nuovi contagi

Torna su
ModenaToday è in caricamento