Accusato di aver palpeggiato le bambine, insegnante di sostegno ai domiciliari

I fatti contestati sono avvenuti in una scuola primaria di Modena. Ieri è scattata l'ordinanza di custodia cautelare

I Carabinieri della Compagnia di Modena hanno dato esecuzione nella giornata di ieri a un’ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari nei confronti di un insegnante di sostegno di una scuola primaria di Modena. Il provvedimento restrittivo, emesso dal Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Modena Dott.ssa Pirillo su richiesta della Procura della Repubblica di Modena, Dott.ssa Bombana, contiene la pesante accusa di violenza sessuale.

I carabinieri erano stati attivati per gli accertamenti dalla stessa direzione scolastica, nei confronti dell’insegnante di sostegno che era stato assunto a tempo determinato.  Secondo quanto emerso, in almeno due circostanze il docente avrebbe palpeggiato due bambine della scuola. I comportamenti non erano passati inosservati, innescando tutta una serie di verifiche che hanno permesso di giungere fino all’emissione del provvedimento restrittivo.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Emilia-Romagna in zona gialla da domenica: Bonaccini: "No al coprifuoco natalizio"

  • Dpcm Natale 2020, approvato il decreto che vieta gli spostamenti tra regioni e comuni

  • Coronavirus. In regione il 13,8% dei tamponi è positivo. Modena resta la peggiore per nuovi contagi

  • Covid a Modena: scendono rispetto a ieri i nuovi casi. Ancora 11 i decessi

  • Conferma dal Ministero, l'Emilia-Romagna torna in "zona gialla"

  • Prodotti "non essenziali" accessibili ai clienti, multe per due ipermercati

Torna su
ModenaToday è in caricamento