rotate-mobile
Mercoledì, 25 Maggio 2022
Cronaca

Virus del Nilo, misure straordinarie contro l'infezione portata dalle zanzare

I due casi di contagio da West Nile nella nostra provincia fanno salire la soglia di guardia. Il Comune di Modnea effettuerà ulteriori trattamenti larvicidi nelle aree verdi pubbliche e invita i privati a fare altrettanto

Nel mese di agosto, dopo due anni di assenza, il virus West Nile ha fatto la sua ricomparsa sul territorio modenese, destando qualche preoccupazione nelle autorità sanitarie. Sono infatti due i casi censiti di pazienti affetti da questo microrganismo, fortunatamente già dimessi dopo un ricovero precauzionale,  in buone condizioni di salute.

Già ad inizio agosto il sistema di sorveglianza della Regione Emilia Romagna aveva rilevato una circolazione del virus nelle zanzare comuni della bassa pianura modenese e bolognese, senza però riscontrare contagi. Dopo i casi accertati sono scattate misure straordinarie, che hanno coinvolto le amministrazioni locali. Il Comune di Modena in questi giorni affianca ai regolari trattamenti larvicidi nelle aree pubbliche e in ogni zona di raccolta d’acqua come fossi o canali, ulteriori trattamenti delle aree verdi pubbliche in cui sono programmate manifestazioni nelle ore serali.

I trattamenti vengono effettuati nelle ore notturne con prodotti insetticidi scelti tra quelli a minor tossicità e bassa persistenza nell'ambiente e sono circoscritti alle aree individuate senza coinvolgimento dei giochi per bambini e del tappeto erboso, impedendo perciò che il prodotto rimanga sul terreno e possa provocare rischi per l'uomo e gli animali domestici. Le zone verdi restano quindi fruibili dai cittadini.

Regione e Comune invitano anche tutti i cittadini a portare avanti i trattamenti contro le larve nelle proprietà private, utilizzare zanzariere alle finestre, fornetti elettrici o vaporizzatori a uso domestico e repellenti a uso topico, indossare indumenti di colore chiaro che coprano il più possibile ed evitando profumi, creme e dopobarba che possano attrarre gli insetti.

Il virus West Nile si trasmette tramite la puntura della zanzara comune “Culex pipiens”, che colpisce principalmente gli uccelli e può infettare gli equini e le persone, come ospiti terminali; vale a dire che da cavalli e persone infette la malattia non si propaga ulteriormente. Normalmente il sistema immunitario è in grado di proteggerci dal virus che spesso risulta, quindi, asintomatico. Qualora però i sintomi si presentino, si tratta di febbre, mal di testa, vomito, tremori, che possono essere assimilabili a sintomi influenzali più comuni e per i quali è bene evitare inutili allarmismi e rivolgersi al proprio medico curante.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Virus del Nilo, misure straordinarie contro l'infezione portata dalle zanzare

ModenaToday è in caricamento