rotate-mobile
Cronaca Zona Fiera / Viale Virgilio, 70

Sgarbi in visita a Modenantiquaria: "Il mercato? Imbavagliato dagli imbecilli"

Il noto critico tra gli stand della prestigiosa manifestazione apertasi lo scorso week end

Sottraendosi alla calca che, in questi giorni, sta affollando i padiglioni della fiera, Vittorio Sgarbi è giunto alla 30° esposizione di Modenantiquaria per verificare, con la sua solita verve critica, l'offerta proposta dai 150 galleristi provenienti da tutta Italia. Occasione ghiotta per fare con lui il punto sull'attuale situazione del settore.

Innanzitutto, come sta? La troviamo in ottima forma... "Di certo, avrei potuto stare meglio, ma sono in netta ripresa. A marzo dovrò fare la prossima visita di controllo."

Malgrado ciò, è sempre al lavoro. "Modena, e non solo per ragioni sanitarie, è ormai diventata una tappa fissa soprattutto per il suo appuntamento annuale con l'antiquariato che, assieme al Mercante in Fiera di Parma, rappresenta il vero patrimonio di eccellenza della nostra regione."

Se non altro, crediamo, per la qualità delle opere esposte. "Sì, di buon livello, immagino anche quest'anno visto lo scrupolo con cui gli organizzatori svolgono, ad ogni edizione, il loro compito."

Una buona occasione, dunque, per fare acquisti. "Potrebbe, non ci si dovesse barcamenare tra le inique condizioni che imbavagliano il mercato italiano letteralmente azzoppato dai provvedimenti sbagliati dello stato."

E, come presumiamo, pure dalla crisi economica. "No, in Italia i soldi ci sono...la colpa è proprio delle attuali, e quanto mai contorte, normative."

Studiate, forse, per tutelare il settore dall'illegalità. "Non  diciamo sciocchezze. Non è con un regime inquisitorio che si ottengono risultati positivi. Mentre in Inghilterra il mercato è meno asfissiato da lacci e laccioli, e sicuramente più aperto ad una maggiore fluidità nelle contrattazioni, da noi tutto è molto complesso e complicato, peraltro, dalle forze dell'ordine alle quali risulta spesso difficile distinguere le lucciole dalle lanterne."

Sarebbe a dire? "Che invece di tutelare il settore dalle contraffazioni, non di rado sequestrano opere vere per false...quindi lascio a voi il giudizio."

Da quanto afferma, ci pare di capire che non abbia molta fiducia in un eventuale ritrovamento del Guercino rubato a Modena? "Purtroppo è così, visto come vanno le cose, peggiorate oltretutto da una classe politica assolutamente incapace di dare slancio ad un settore che, considerando il Paese in cui ci troviamo, meriterebbe ben altro...."

Ora l'aspetta un ampio tour degli stand... "Di cui avrei già percorso un bel pezzo se non mi aveste teso un agguato ....Su da bravi fatemi andare e smettetela di rompere. Capre." 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sgarbi in visita a Modenantiquaria: "Il mercato? Imbavagliato dagli imbecilli"

ModenaToday è in caricamento