menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
foto di www.zingarate.com

foto di www.zingarate.com

Vivere Modenese | Le località emiliane dai nomi più assurdi e divertenti

Tra i big names di località italiane per stranezza ed evidenti doppi sensi, ci sono anche nomi emiliani. Ecco i nomi locali che si aggiungono a quelli già noti di Vagli Sopra, Vagli Sotto, Paperino e Belsedere

Tra i big names di località italiane per stranezza ed evidenti doppi sensi, ci sono anche nomi emiliani. Infatti ai lucchesi Vagli Sopra e Vagli Sotto e al pratese Paperino, si aggiungono nomi più vicini a noi e che forse non tutti conoscono. Ovviamente il gioco di parole deve essere evidente per far ridere, ma a volte sono così assurdi che è impossibile chiedersi se chi li ha pensati non avesse ritenuto che quella dicitura ricordasse almeno un po' un altro significato. 

In provincia di Reggio Emilia troviamo il noto Sesso, ma a ricordarci che non c'è nulla di strano è la nota famiglia Sessi che appunto abitava quelle zone durante il Medioevo. E' invece al confine con l'Emilia il paese di "Po di Gnocca", che appunto è una frazione del non meno strano comune di Gnocca, ma dato che si trova in riva al grande fiume è evidente che non c'era un doppio senso in chi lo definì in questo modo. 

Nel comune di Crespellano a Bologna troviamo invece la frazione di Muffa e secondo le storie popolare il nome deriverebbe dal modo in cui era chiamata la proprietaria dell'Osteria del borgo particolarmente nota per la sua pelle chiara.  In provincia di Piacenza sono di particolare interesse la zona denominata Uccellone e il comune di Rottofreno. Infine tocca analizzare Modena, che trova a San Cesario la frazione di Altolà, come per dire "mettetevi in guardia".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, in Emilia-Romagna 1.208 nuovi positivi, di cui metà asintomatici

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ModenaToday è in caricamento