rotate-mobile
Venerdì, 12 Agosto 2022
Cronaca Finale Emilia

Solidarietà: l'Antoniano in aiuto dei bambini terremotati della Bassa

Debutterà domani, da Finale Emilia e Massa Finalese, il progetto 'Zecchino in Emilia', promosso da Antoniano onlus in collaborazione con Pepita, una cooperativa sociale di educatori e animatori

Un intervento volto a garantire ai bambini presenti nei campi d'accoglienza per le popolazioni colpite dal sisma un'estate serena attraverso attività di gioco e di animazione. Questa l'iniziativa "Zecchino in Emilia "promossa a Finale Emilia e Massa Finalese da Antoniano onlus in collaborazione con Pepita, una cooperativa sociale di educatori e animatori.

IL PROGETTO - L'iniziativa toccherà diverse località con l'allestimento di unità mobili attrezzate e si protrarrà per tutto il periodo estivo, nel tentativo di ricostruire almeno in parte la quotidianità. Il calendario delle tappe è, fino ad oggi, il seguente: domani e mercoledì, Finale Emilia e Massa Finalese; giovedì e venerdì, Crevalcore; martedì 31 luglio e mercoledì 1 agosto, Pieve di Cento. Sono da definire date per Cavezzo, Novi di Carpi, Concordia e altri campi in alcuni comuni del Modenese.

AIUTI - "Zecchino in Emilia" non è comunque la sola iniziativa di Antoniano onlus a sostegno delle popolazioni colpite dal sisma: subito dopo il terremoto che ha colpito l'Emilia in maggio, Antoniano ha deciso lo stanziamento di un fondo di emergenza e in un secondo momento ha individuato gli interventi da sviluppare. Dopo aver individuato nella parrocchia di Crevalcore il partner con cui sviluppare l'intervento, è stato ipotizzato uno stanziamento iniziale di circa 15mila euro, che poi è raddoppiato e ha permesso di intervenire su altri due progetti: la ristrutturazione della scuola per l'Infanzia Camillo Stagni, danneggiata dal terremoto, e un contributo per la ristrutturazione del polo scolastico del comune di Camposanto.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Solidarietà: l'Antoniano in aiuto dei bambini terremotati della Bassa

ModenaToday è in caricamento