Giovedì, 28 Ottobre 2021
Cucina

Ricette della Rezdora | La spongata della nonna secondo la tradizione

E' arrivato il freddo e con esso la voglia di un dolce da accompagnare al té. Per il momento degli addobbi di Natale e per coronare l'inizio di Dicembre vi proponiamo la tradizionale spongata della nonna

Se non siete modenesi o reggiani probabilmente non l'avete mai mangiata, ma se il Natale lo passate in queste terre è d'obbligo sentirne almeno un pezzo. La spongata è il dolce tipico del periodo natalizio e non può mancare sulla tavola della colazione per la Vigilia. Perché allora raccontarvela ad un mese dal Natale? Perché è il dolce più lungo da preparare e servono almeno tre settimane per farlo secondo la tradizione. 

INGREDIENTI. Gli ingredienti sono: 75 gr di mandorle, 40 gr di zucchero, 200 Gr di miele, 1/2 litro di vino bianco secco di buona qualità, 75 gr di nocciole, 150 gr di gherigli di noci, 30 gr di pinoli, 100 gr di biscotti secchi, 100 gr di cedro e scorza di arancia canditi, 50 gr di uvetta secca, 5 gr di cannella in polvere, 1/2 noce moscata grattugiata, 300 gr di farina, 80 gr di zucchero, 100 gr di burro, 1 pizzico di sale, zucchero a velo burro e farina per la teglia.

PROCEDIMENTO. Cominciate a pelare le mandorle tuffandole in acqua bollente, e poi pestandole in un mortaio assieme allo zucchero. Versate miele e vino in una casseruola, che poi mettete su fuoco dolce e fate sobbollire il tutto per qualche minuto. Unite le mandorle pestate con nocciole, gherigli di noci, pinoli sminuzzati grossolani, biscotti sbriciolati, canditi (meglio se sono canditi interi per poi tagliarli una volta a casa perché quelli già sminuzzati hanno la presenza di coloranti), la cannella e la noce moscata. Mescolate il tutto con un cucchiaio di legno per amalgamare per bene, quindi spegnete il fuoco e fate riposare il ripieno. Quindi lasciate riposare il tutto almeno un paio di giorni.

Ora vediamo come preparare la pasta. Fate la fontana con la farina e versatevi dentro zucchero, un pizzico di sale, burro fuso e vino, per ottenere una pasta liscia e compatta. Copritela con una ciotola o pellicola trasparente, e fatela riposare per un'oretta. E' ora di stenerete la psta ad un'altezza di 3 mm, quindi foderate con essa una teglia precedentemente imburrata ed infarinata. Disponete il ripieno sulla pasta in modo uniforme, stendete la pasta rimanente e con essa ricoprite il tutto, sigillando bene le due sfoglie attorno al bordo. E' il momento di Bucherellare la superficie della spongata con una forchetta. Cuocete la spongata in forno già caldo a 180 gradi per trenta minuti. Toglietela dal forno e fatela raffreddare. E' ora di metterla da parte e aspettare la Vigilia, quando la ricoprirete di zucchero a velo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ricette della Rezdora | La spongata della nonna secondo la tradizione

ModenaToday è in caricamento