Facchini: prima intesa raggiunta in Prefettura, via il picchetto

La mediazione negli uffici di Viale Martiri tra lavoratori Cobas e Coop La Carpigiana ha prodotto un primo risultato, con la riammissione del dipendente allontanato dall'azienda CBM

Parallelamente alle dure contestazioni davanti ai cancelli di CMB e CBM a Modena, una delegazione di lavoratori Cobas della Cooperativa di facchinaggio La Carpigiana è stata ricevuta in Prefettura. Sono stati gli stessi rappresentanti dei lavoratori a richiedere l'incontro istituzionale e la mediazione del prefetto, ottenendo nel primo pomeriggio un tavolo con la dirigenza dell'azienda.

Al termine dell’incontro, al quale ha partecipato anche il Direttore di Confindustria, è stato condiviso un percorso che prevede l’attivazione di un tavolo di confronto tra le aziende committenti, i sindacati e la cooperativa. Nello stesso tempo, in segno di apertura e disponibilità, la Società Cooperativa ha ritirato la sanzione disciplinare nei confronti del proprio dipendente.

La mattina era stata carica di tensioni, con un operaio finito al Pronto Soccorso dopo uno scontro con una pattuglia di Polizia, poco distante dal luogo del presidio sindacale a Modena Est. Una volta appresa la notizia del negoziato “favorevole”, il picchetto è stato revocato dai cancelli della ditta davanti alla quale l'iniziativa proseguiva dalle ore 6 del mattino.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Emilia-Romagna in zona gialla da domenica: Bonaccini: "No al coprifuoco natalizio"

  • Dpcm Natale 2020, approvato il decreto che vieta gli spostamenti tra regioni e comuni

  • Coronavirus. In regione il 13,8% dei tamponi è positivo. Modena resta la peggiore per nuovi contagi

  • Covid a Modena: scendono rispetto a ieri i nuovi casi. Ancora 11 i decessi

  • Prodotti "non essenziali" accessibili ai clienti, multe per due ipermercati

  • Conferma dal Ministero, l'Emilia-Romagna torna in "zona gialla"

Torna su
ModenaToday è in caricamento