rotate-mobile
Economia

Serramazzoni, assegnate le borse di studio Aceto Balsamico Modena Igp

La consegna degli assegni - da 700 euro ciascuno - è avvenuta ieri (giovedì 9 gennaio) alla Scuola Alberghiera di Serramazzoni, al termine della presentazione e degustazione dei piatti ideati e preparati dagli undici allievi usciti dalla selezione

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ModenaToday

L’Aceto Balsamico di Modena è un prodotto talmente versatile da poter essere abbinato a cucine anche molto diverse dalla nostra, come quella inglese, cinese e giapponese. Lo hanno dimostrato gli allievi della Scuola Alberghiera e di Ristorazione di Serramazzoni che hanno partecipato al concorso per le tre borse di studio messe in palio dal Consorzio Tutela Aceto Balsamico di Modena Igp.

La consegna degli assegni - da 700 euro ciascuno - è avvenuta ieri (giovedì 9 gennaio) alla Scuola Alberghiera di Serramazzoni, al termine della presentazione e degustazione dei piatti ideati e preparati dagli undici allievi usciti dalla selezione, alla quale hanno partecipato tutti i 71 ragazzi del quarto anno di specializzazione. Le borse di studio sono andate ad Andrea Calzolari (corso cucina), Samira Salsi (corso pasticceria) e Domenico D’Addio (corso sala-bar). Calzolari ha rivisitato la colazione all’inglese con il piatto “Perla di Aceto Balsamico di Modena Igp su uovo coppato con bacon croccante e pancarrè al burro”, mentre Salsi ha proposto un dessert utilizzando prodotti della nostra regione; D’Addio, invece, ha preparato un cocktail afterdinner con ingredienti giapponesi. L’allievo Domenico Maglione ha ottenuto una menzione speciale per il suo piatto ispirato allo “street food” contaminato con Aceto Balsamico di Modena Ipg.

«L'elaborazione di ogni progetto ha richiesto anche una ricerca storica e culturale sia sull’Aceto Balsamico di Modena Igp che sul Paese scelto dall’allievo e sulle sue tipicità», spiega il direttore della Scuola Alberghiera di Serramazzoni, Giuseppe Schipano. Il pranzo è stato preparato e servito sui tavoli de La Scuola di Serra, il ristorante didattico nei quali gli allievi della Scuola Alberghiera di Serramazzoni simulano l’attività di un vero ristorante. «È l’ottava edizione del concorso e anche quest’anno abbiamo assaggiato abbinamenti dell’Aceto Balsamico di Modena Igp che non conoscevamo o credevamo possibili – commenta il neo direttore del Consorzio, Federico De Simoni – Gli allievi della Scuola Alberghiera di Serramazzoni hanno dimostrato fantasia, preparazione e rigore. Una volta entrati nel mondo della ristorazione, questi ragazzi saranno i migliori ambasciatori del nostro prodotto in Italia e nel mondo».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Serramazzoni, assegnate le borse di studio Aceto Balsamico Modena Igp

ModenaToday è in caricamento