rotate-mobile
Economia Viale Ciro Menotti

Fiat e Maserati: a Modena nascerà la nuova Alfa Romeo 4C

Francesco Ori, assessore provinciale al Lavoro, soddisfatto per la decisione del Lingotto di mantenere qui la produzione di alta gamma, ma si augura il proseguimento degli investimenti sul territorio

Fugati gli iniziali terrori di un possibile trasferimento dello stabilimento Maserati, da Torino giungono rassicuranti certezze sul futuro dei motori modenesi: il Tridente rimarrà operativo, almeno per quanto riguarda le linee di produzione, dal momento che qui prenderà vita il nuovo bolide di casa Alfa Romeo, l’attesissima 4C. E non ci sono dubbi che la promessa di Marchionne sembri già realtà: dalle parti della Maserati infatti si stanno già riconvertendo le catene di montaggio della vecchia Quattroporte, ormai prossima al pensionamento, per fare spazio alla nuova sportiva del Biscione, che, in produzione dalla prossima primavera, dovrebbe riportare Alfa Romeo alla competitività anche sui mercati stranieri, come quello statunitense.

Un sospiro di sollievo e poi una pubblica dichiarazione di soddisfazione: questa la reazione delle autorità cittadine allo scampato pericolo della chiusura degli stabilimenti Fiat in città. Francesco Ori, assessore provinciale al Lavoro, lancia però un monito alla dirigenza torinese: “Porremo un’attenzione continua su un settore a forte rischio come quello dell’auto, in condizioni tali da spingere la proprietà a cambiare i suoi piani. Siamo convinti infatti che l’unico modo per difendere gli stabilimenti italiani sono investimenti che ci rendano più agili e competitivi con prodotti frutto di manodopera qualificata e innovazione tecnologica. Ci aspettiamo che Fiat prosegua in questa direzione”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fiat e Maserati: a Modena nascerà la nuova Alfa Romeo 4C

ModenaToday è in caricamento