San Cesario, concessi gli ammortizzatori sociali per la riorganizzazione di Macoglass

Il percorso era iniziato nel 2018 con il concordato preventivo della Emiliana Rottami (50 dipendenti), poi fallita e rilevata dal nuovo investitore

Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali ha autorizzato la cassa integrazione per riorganizzazione di Macoglass srl, che ha acquisito l’azienda in fallimento Emiliana Rottami spa con enormi quantità di vetro nel sito produttivo di San Cesareo sul Panaro. In queste ore è arrivata la comunicazione che ha portato il percorso di ammortizzatore sociale con riorganizzazione e conferma dell’organico nel sito produttivo.

Si tratta di un passaggio che consente di gestire la fase di rilancio aziendale a conclusione di un percorso lungo, iniziato a novembre 2018 con la richiesta di concordato preventivo presentata dalla Emiliana Rottami che occupava circa 50 dipendenti, e che in tutto  questo periodo ha visto una costante collaborazioni fra Istituzioni, Assessorato Attività produttive della Regione Emilia-Romagna, Comune di San Cesario, Tribunale di Modena, Curatore Fallimentare, Arpae e  Organizzazioni sindacali.

Un percorso che ha permesso di gestire il successivo fallimento arrivato a marzo 2019, ottenere l’esercizio provvisorio, gestire attraverso le procedure di evidenza pubblica la ricerca di un nuovo investitore che rilevasse l’azienda e garantisse l’occupazione.

“Siamo soddisfatti del risultato ottenuto- ha dichiarato l’assessore regionale a Sviluppo e Lavoro, Vincenzo Colla-, che consentirà di programmare e realizzare gli interventi necessari a garantire il rilancio dell’attività senza perdere posti di lavoro, in un settore importante nella filiera del recupero e del riciclo dei rifiuti, un pezzo del sistema dell’economia circolare che in questa regione vogliamo che continui a crescere anche in prospettiva di nuova occupazione e sostenibilità ambientale”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Emilia-Romagna verso il ritorno in zona gialla, "Ma evitiamo terza ondata"

  • Addio a Benny, l'imprenditore dei bar modenesi

  • Coronavirus, 2.533 nuovi positivi in regione. A Modena un nuovo picco

  • Carpi, presentata istanza di fallimento per la Arbos

  • Coronavirus, curva in flessione per la prima volta. Modena ancora al vertice

  • Contagio a Modena, 573 nuovi casi e 7 decessi. Ricoveri stabili

Torna su
ModenaToday è in caricamento