Lunedì, 21 Giugno 2021
Economia

Cantieri scolastici record, ma preoccupano gli appalti al ribasso

La provincia di Modena è la prima per strutture scolastiche in cui sono stati aperti cantieri di restauro e messa in sicurezza. Ma la Cgil è critica: “Allarma il fatto che il Governo voglia finanziare i cantieri con i risparmi”

Procede anche in Emilia-Romagna il programma del Governo (1,1 miliardi di euro stanziati in totale) per la ristrutturazione degli edifici scolastici, ma spicca il problema dei ribassi d'asta. Lo conferma una ricerca a tema di questi giorni a cura dell'Unità di missione di Palazzo Chigi, secondo la quale con i ribassi si potrebbero finanziare ulteriori interventi. Lo segnala la Cgil, invocando una proposta di legge di iniziativa popolare per una riforma generale degli appalti. Non solo: il sindacato annuncia che, in Emilia-Romagna, indagherà sulle specifiche modalità di assegnazione dei lavori in questione a partire dall'area modenese, che risulta la prima per numero di appalti.

La regione, fa il punto il sindacato in una nota, ha già avuto "la sua buona quota di lavori" su 123 edifici scolastici, per circa 11,6 milioni di euro. Primeggia, dunque, la provincia di Modena con 32 interventi per un valore di 2,85 milioni: seguono Ferrara con 21 cantieri, Parma con 16, Forlì-Cesena con 12 , Bologna con 10, Reggio con nove, Ravenna e Rimini con otto a testa e Piacenza con sette.

Se gli enti locali sono autorizzati dal Governo ad effettuare le gare di appalto entro la scadenza del 31 dicembre 2014, la Cgil si concentra sulla ricerca del governo in merito agli appalti ribassati. In sostanza, tira le somme Franco Zavatti della Cgil modenese e regionale, tramite gli appalti assegnati col massimo ribasso si potranno "autofinanziare" altre ristrutturazioni scolastiche: "L'annuncio e' molto preoccupante ed inaccettabile, anche alla luce del bisogno crescente ed attualissimo sulla massima trasparenza nella regolarità e legalità nella assegnazione dei lavori pubblici".

Per la Cgil si tratta di "un capitolo che va urgentemente chiarito e riportato entro i termini della legittima concorrenza e" del "lavoro regolare negli appalti". (DIRE)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cantieri scolastici record, ma preoccupano gli appalti al ribasso

ModenaToday è in caricamento