Economia

Assunzioni under 30. I contratti a tempo indeterminato sono il doppio dell'apprendistato

Dati positivi quelli registrati nel primo trimestre sul mondo del lavoro tra i giovani. Lapam: “Sono queste le misure che fanno bene al lavoro”

“I dati forniti dal nostro uffici studi nazionale confermano quello che già sapevamo: l’apprendistato resta un driver potente per far crescere l’occupazione e le misure di sostegno a questo tipo di contratto sono vincenti. E’ così che si fa bene al lavoro”. Lapam Confartigianato commenta in questo modo i dati sulla crescita degli occupati nel primo trimestre 2018.

“Il contratto di apprendistato – afferma Lapam - sta fornendo un importante contributo alla crescita dell’occupazione che, secondo gli ultimi dati dell’Istat, ha raggiunto i 23,4 milioni di unità, con una crescita nell’ultimo trimestre dello +0,9% rispetto al trimestre precedente, pari a 212 mila occupati in più”.

Crescono nel primo trimestre 2018 tutte le tipologie professionali: +38 mila (+0,3%) i dipendenti permanenti, +70 mila gli indipendenti (+1,3%) e +105 mila i dipendenti a termine (+3,6%).

Cresce più della media l’occupazione giovanile (+1,2% per gli under 35). A tale componente del mercato del lavoro ha dato un apporto rilevante l’apprendistato che nel primo trimestre del 2018, confermando il positivo andamento del 2017.

Negli ultimi dodici mesi (aprile 2017-marzo 2018) per il segmento dei giovani under 30 il numero delle nuove assunzioni in apprendistato sono 283 mila e superano dell’11,4% le 254 mila nuove assunzioni a tempo indeterminato. Nel I trimestre 2018 le nuove assunzioni di apprendisti under 30 crescono del 15,9% in ottica tendenziale, doppiando il +6,1% registrato dalle nuove assunzioni a tempo indeterminato. “Su tale buon andamento – conclude l’associazione di categoria - influiscono gli interventi di decontribuzione dell’apprendistato sostenuti dall’intervento di Confartigianato Lapam”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Assunzioni under 30. I contratti a tempo indeterminato sono il doppio dell'apprendistato

ModenaToday è in caricamento