Sanfelice 1893 Banca Popolare approva il bilancio consuntivo in attivo

Si è registrata una rappresentanza per delega di 401 soci. Il conto economico 2019 si è chiuso con un utile di 205.107 euro contro la perdita di 8,5 milioni del 2018. Continua il miglioramento della qualità del credito, con un Npl ratio lordo all’8,9%

Oggi si è tenuta l’Assemblea straordinaria e ordinaria dei soci di Sanfelice 1893 Banca Popolare. In considerazione del perdurare delle misure di sicurezza per prevenire il contagio da Covid-19, la partecipazione all’Assemblea dei soci è stata possibile esclusivamente per il tramite del “rappresentante designato” come previsto dal decreto legge “Cura Italia”.

Il “rappresentante designato”, l’avvocato Edoardo Degl’Incerti Tocci, ha partecipato all’Assemblea, presieduta da Flavio Zanini, con 401 deleghe conferitegli dai soci di Sanfelice 1893 Banca Popolare.

L’Assemblea straordinaria ha approvato il progetto di modifica dello statuto sociale, al punto 1 dell’ordine del giorno. Le modifiche introdotte non sono di carattere regolamentare e si riferiscono principalmente a un riordino complessivo del documento e a un relativo allineamento agli standard di settore. Tale aggiornamento del testo statutario, senza alcun dubbio, non influenza il percorso aggregativo intrapreso.

Come già anticipato in sede di approvazione del bilancio da parte del consiglio di amministrazione lo scorso marzo, la relazione sulla gestione ha evidenziato un decremento del 2,2% nella raccolta totale da clientela (diretta e indiretta); un decremento del 13,6% nel margine di interesse e del 7,5% nel margine di intermediazione.

A fronte di questi dati, si è evidenziato anche un incremento degli impieghi (+1,2%), che ha portato a chiudere il conto economico 2019 con un utile individuale di 205.187 euro contro la perdita di 8,58 milioni di euro del 2018. L’utile di esercizio è stato integralmente destinato a riserva. In merito al valore unitario delle azioni, in caso di nuove emissioni, l’Assemblea ha deliberato un sovrapprezzo di 27 euro che, sommato al valore nominale, porta il valore delle azioni a 30 euro.

Di particolare rilievo il risultato raggiunto sulla qualità del credito, con un Npl ratio lordo che si è attestato al 8,9% e un Texas ratio al 49,1%.

Il patrimonio netto individuale passa dai 62,803 milioni del 2018 a 65,685 milioni, con un incremento del 5,09%, per effetto dell’utile d’esercizio e delle variazioni positive delle riserve patrimoniali da valutazione.

Migliora la solidità del gruppo bancario misurata dagli indici patrimoniali: il Total capital ratio si attesta al 15,04%, in aumento di oltre 150 punti base rispetto all’esercizio precedente; mentre il Cet 1 si attesta a 14,50%, rispetto al 13,51% dello scorso esercizio.

“L’Assemblea è da sempre l’occasione di confronto diretto tra la governance e i soci della banca. Purtroppo, quest’anno la situazione sanitaria non ci ha permesso di poter organizzare il tradizionale momento di scambio di opinioni, che sono fondamentali per mantenere l’allineamento tra le aspettative dei soci e le azioni intraprese dal consiglio durante l’anno” ha dichiarato il presidente Flavio Zanini, auspicando poi di trovare presto una occasione in cui poter incontrare soci e clienti in tutta sicurezza.

A integrazione del bilancio di esercizio, è stata predisposta una informativa integrativa in riferimento all’attuale pandemia. “L’emergenza sanitaria e la crisi economica conseguente avranno ripercussioni inevitabili sull’andamento della banca così come di tutte le altre aziende” ha affermato il direttore generale Vittorio Belloi, “Premesso che non si ritiene a rischio la continuità aziendale, è stato avviato un processo in due fasi distinte, che porterà a quantificare gli impatti sui conti della banca nella prima fase con riferimento al 2020 e successivamente ampliando l’orizzonte agli esercizi 2021 e 2022 mediante una revisione organica del piano d’impresa. Dopo l’approvazione del bilancio di esercizio 2019, sono state esaminate favorevolmente le politiche di remunerazione per il 2020 e l’aggiornamento del regolamento assembleare”.

L’Assemblea ha affidato l’incarico di revisione legale dei conti alla società Kpmg, come proposto dal collegio sindacale.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Si è infine provveduto, per scadenza del mandato, alla nomina di tre amministratori, con la conferma di Alberto Bergamini, di Gabriele Bergamini e di Mario Ortello. Non sono state presentate ulteriori liste, oltre a quella proposta dal consiglio di amministrazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scomparsa dopo la scuola, ritrovata a Pavia la 16enne di Sassuolo

  • Altri quattro casi nelle scuole. Classi in isolamento a Modena, Carpi e Castelfranco

  • Vintage e Second Hand | 4 negozi di pezzi d'abbigliamento unici e pregiati a Modena

  • Covid, positività in 13 scuole modenesi. Nuovo caso al "Fermi"

  • L'auto si schianta contro una casa, 20enne muore sul colpo

  • Castelvetro, ciclista di 27 anni esce di strada e perde la vita in via Bionda

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ModenaToday è in caricamento