rotate-mobile
Economia Mirandola

Terremoto, fondi per gli investimenti in agricoltura

Il bando, promosso dalla Regione Emilia Romagna e chiuso il 15 ottobre, ha una dotazione finanziaria di 30 milioni di euro per tutte le province colpite dal sisma

Sono 283 le domande di contributo arrivate dagli agricoltori modenesi dell’area del cratere sismico per poter effettuare investimenti destinati ad ammodernare le proprie aziende. Le domande di finanziamento, per un totale di contributo richiesto di 21 milioni di euro, sono state presentate nell’ambito della misura 121 del Piano di sviluppo rurale (Psr) che ha l’obiettivo di incentivare il rinnovamento e lo sviluppo delle imprese agricole situate nei comuni colpiti dal sisma indipendentemente dal fatto che abbiano subito danni. «Attraverso altre misure del Psr – spiega Luca Gozzoli, assessore provinciale all’Agricoltura – abbiamo sostenuto il recupero delle strutture e il ripristino degli edifici danneggiati dal sisma. Ma i danni alle aziende agricole del cratere non sono stati solo diretti o materiali e questo bando vuole offrire un’opportunità di competitività e di nuovo sviluppo per l’agricoltura di tutta l’area».

Il bando, promosso dalla Regione Emilia Romagna e chiuso il 15 ottobre, ha una dotazione finanziaria di 30 milioni di euro per tutte le province colpite dal sisma, l’assegnazione dei contributi sarà quindi effettuata sulla base di una graduatoria che sarà approvata entro il 31 dicembre 2014.

Obiettivi del finanziamento sono incentivare l’ammodernamento delle aziende agricole anche attraverso l’innovazione tecnologica; favorire la ripresa del settore con investimenti che migliorino la potenzialità produttiva; ridurre i costi di produzione, aumentare il valore aggiunto dei prodotti e agevolarne la commercializzazione. Potranno quindi essere finanziati investimenti per la costruzione e la ristrutturazione di immobili, l’acquisto di impianti, macchinari e attrezzature, l’acquisto di software, la creazione di siti internet, l’acquisto di brevetti e licenze.

Il maggior numero di domande, 45, è arrivato dal comune di Mirandola. Ventotto sono le domande presentate nel comune di Finale Emilia, 25 quelle da Castelfranco, 24 da Carpi e 22 da Modena. Da San Prospero sono arrivate 16 domande, 15 da Soliera, 12 da Cavezzo, Ravarino e San Felice, 10 da Medolla e San Possidonio, 9 da Novi e gli altri comuni a seguire.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terremoto, fondi per gli investimenti in agricoltura

ModenaToday è in caricamento