rotate-mobile
Domenica, 26 Maggio 2024
Economia

Il caffè Molinari passa alla multinazionale tedesca Tchibo

La storica azienda modenese ceduta al colosso con sede ad Amburgo. Fu fondata in città nel 1804 dall'omonima famiglia

Dopo oltre due secoli di storia la proprietà della torrefazione Molinari lascia Modena. L'azienda produttrice di caffè passa infatti nelle mani di una grande multinazionale tedesca, la Tchibo, colosso da 3 miliardi di fatturato annuo che gestisce centinaia di caffetterie in Germania e in altri paesi europei e che si è progressivamente trasformata in una holding che si occupa anche di vendita di mobili, vestiti e servizi vari, tra cui telefonia e forniture energetiche.

Al momento non sono ancora stati resi noti i dettagli dell'acquisizione, che rientra nel piano di espansione di Tchibo su nuovi mercati.

Si interrompe così la gestione della storica famiglia che nel 1804 fondò la ditta commerciale "Giuseppe Molinari" che si occupava di alimenti in genere e ce nel 1880 trovò fortuna diventando fornitrice della casa Savoia con il nome di "Ditta Fratelli Molinari". Nel 1911 la famiglia Molinari, sulla scia delle aperture in altre città dei primi Caffè, aprì nel cuore di Modena  il "Bar Molinari", che diventa luogo di incontro per tutta la cittadinanza e luogo di incontro di artisti ed intellettuali e che sopravvive tutt'oggi.

L'attività di torrefazione vera e propria aprì nel 1944 nella sede di via Rismondo in pieno centro storico. Con l'ingrandirsi dell'attività commerciale, la torrefazione si spostò prima in Via Modonella ed infine si trasferisce nella sede di Via Fanti, alle spalle della stazione ferroviaria. Mel 2008, infine, la realizzazione del nuovo stabilimento che attualmente produce in via Francia, nella zona industriale di Modena Nord.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il caffè Molinari passa alla multinazionale tedesca Tchibo

ModenaToday è in caricamento