rotate-mobile
Sabato, 13 Agosto 2022
Economia Carpi / Via Carlo Marx

Carpi: il supermercato Simply chiude dopo soli 18 mesi di attività

Valerio Forghieri e Massimiliano Siligardi rispettivamente presidente e direttore di Confesercenti Carpi: "Le liberalizzazioni introdotte dal Governo accelerano processo che ha già ridotto allo stremo il piccolo commercio"

Se bastano appena 18 mesi per aprire e chiudere un'attività, sicuramente qualcosa di storto dev'essere andato, e sicuramente la crisi potrebbere essere una causa ben quotata. È il caso del supermercato "Simply", della catena Auchan, di Carpi in Via Carlo Marx che, dopo nemmeno due anni dall'apertura, chiude i battenti. Il presidente di Confersercenti Valerio Forghieri e il direttore della stessa Massimiliano Siligardi non pensano sia solamente un caso isolato ma una conseguenza delle nuove normative attuate dal Governo: "È un segnale fin troppo evidente che le politiche di liberalizzazione introdotte dal governo Monti in materia di commercio non offrono al momento alcun input di crescita al paese né tanto meno di rilancio dei consumi. È risaputo che la rete commerciale provinciale e carpigiana ha raggiunto da tempo livelli dimensionali insostenibili. La chiusura della struttura di via Carlo Marx mostra purtroppo, ed è il caso di dirlo, sulla pelle di imprenditori e lavoratori – fanno notare Forghieri e Siligardi - che la nostra contrarietà alle politiche di espansione previste dal Piano degli insediamenti commerciali approvato dalla Provincia nell’autunno scorso non era una mera difesa di interessi corporativi, quanto la fedele fotografia di ciò che il territorio sta attraversando". Queste dichiarazioni sembrano dire:" Ve l'avevamo detto".

CALO CONTINUO - "Se guardiamo al commercio alimentare al minuto - spiegano i rappresentanti di Confesercenti prendendo ad esempio un settore in forte crisi - al calo dei fatturati registrato nel corso del 2010 (-2,7%), ha fatto seguito nel 2011 un ulteriore decremento dei ricavi pari al -2,3%. Sul fronte lavoro invece, il primo trimestre 2012 ha segnato una flessione dell’occupazione di 4 punti percentuali rispetto al medesimo periodo dello scorso anno”. 

CRITICHE ALLA 'DEREGULATION' - Si mette sul banco degli imputati la 'deregulation', Siligardi e Forghieri affermano che:" La deregulation totale degli orari, l’apertura sette giorni su sette per 365 giorni l’anno, e la liberalizzazione delle nuove aperture, che proibisce ogni contingentamento numerico, rischiano di far accelerare un processo che ha già ridotto allo stremo da diversi anni le piccole e piccolissime imprese del commercio e che ora inizia a coinvolgere anche le medie strutture di vendita". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Carpi: il supermercato Simply chiude dopo soli 18 mesi di attività

ModenaToday è in caricamento