rotate-mobile
Economia

"Carpi in Serie B, il Comune coinvolga tutti i soggetti economici"

Il debutto nella serie cadetta dei biancorossi un’occasione per affrontare il tema del marketing territoriale in modo globale per raggiungere due obiettivi: promuovere il territorio e sviluppare l’economia. L'intervento di Barbara Bulgarelli, Cna

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ModenaToday

"Sgombriamo il campo da pericolose illusioni: Carpi non sarà mai San Giminiano piuttosto che Siena, ma le eccellenze del nostro territorio, la creatività che esso sa esprimere possono rappresentare una possibilità di sviluppo, un elemento di quel marketing territoriale utile a portare capitali e turisti nella nostra città". La considerazione è di Barbara Bulgarelli, direttrice della CNA di Carpi, che non risparmia esempi per supportare la propria analisi. "Il fashion e la moda, tanto per cominciare, che sono in grado di esercitare una notevole attrazione per i turisti che proprio nei mesi estivi passano per Carpi per raggiungere le loro destinazioni nel Belpaese. Se noi riuscissimo a promuovere e a mettere in rete ciò che facciamo, potremmo creare delle opportunità per questo settore".

Poi ci sono i beni culturali: "il Duomo, il Castello, il campo di Fossoli sono sicuramente delle attrazioni in grado di coinvolgere l’interesse dei turisti, che sempre più spesso cercano località di nicchia. E in questo contesto entrano a pieno titolo anche i prodotti enogastronomici". "A tutto questo – continua Bulgarelli – si aggiunge la straordinaria occasione rappresentata dalla promozione in serie B del Carpi, con i passaggi televisivi e l’attenzione dei media nazionali e delle altre città che i biancorossi si troveranno a sfidare come avversari".

Secondo CNA, sono tutti tasselli utili a comporre quel puzzle chiamato marketing territoriale, nella cui formazione devono essere coinvolti tutti gli attori in grado di apportare idee e soluzioni. "Ad esempio per ciò che riguarda le infrastrutture. Delle potenzialità del progetto di sviluppo della zona aeroportuale abbiamo già avuto modo di parlare. Ora c’è da definire circuiti gastronomici attrattivi, trovare soluzioni in grado di implementare la capacità ricettiva della città, promuovere le attività del centro storico, potenziare l’immagine del nostro sistema Modena. Per fare questo c’è la necessità di trovare un luogo di confronto per far convergere idee e creare quella rete necessaria affinché il territorio di Carpi diventi sempre più attrattivo. Cna – conclude Barbara Bulgarelli - chiede quindi un confronto serio e approfondito con l’Amministrazione per affrontare questo importante tema di sviluppo economico: oggi non è più pensabile agire per compartimenti, ma occorre avere una visione d’insieme e pianificare le azioni che portino al raggiungimento di un obiettivo condiviso. L’ormai imminente debutto in serie B del Carpi può rappresentare l’occasione giusta per affrontare compiutamente un tema che ha una duplice valenza: promuovere il territorio e sviluppare l’economia".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Carpi in Serie B, il Comune coinvolga tutti i soggetti economici"

ModenaToday è in caricamento