rotate-mobile
Martedì, 9 Agosto 2022
Economia Stadio Braglia / Piazza della Cittadella

Crisi occupazionale, non si arresta il ricorso alla cassa integrazione

Dati in pericolosa crescita: raddoppiano le richieste di ammortizzatori sociali esprimo quadrimestre dell'anno. E dal Governo si attendono ulteriori fondi

Stando ai dati più recenti divulgati dall'Inps, pare che la provincia di Modena stia sprofondando nella fase più nera della sua crisi occupazionale. Sono ancora una volta le cifre relative agli ammortizzatori sociali che testimoniano l'ulteriore aggravio della situazione economica e lavorativa, dopo i dati già pessimi del primo trimestre 2013. Il ricorso alla Cassa Integrazione Ordinaria e a quella Straordinaria è raddoppiato nel periodo gennaio-aprile e sono oltre 8.000 le richieste di Cassa Integrazione in Deroga che attendono risposta da Regione e Governo.

Nel solo mese di aprile di quest'anno sono state autorizzate 1.211.708 ore di Cassa Integrazione Straordinaria, dato praticamente triplicato rispetto ad aprile 2012 quando le ore autorizzate per CIGS erano invece 435.244. Nel quadrimestre sono raddoppiate invece le ore di cassa ordinaria, che hanno raggiunto quota 1.110.894 e quelle di cassa straordinaria che ammontano a 2.977.892 del 2013. In totale sono state richieste 5.671.711 ore per ammortizzatori sociali, a fronte delle 4.429.432 ore dello stesso periodo del 2012.

“Ancora una volta – dichiara in una nota Claudio Riso della Cgil modenese - i dati forniti dimostrano la strutturalità di una crisi che, non solo non accenna ad arretrare, ma se possibile va radicandosi sempre di più fino ad incancrenire ulteriormente i propri effetti. Sul tavolo del Governo c'è, da troppo tempo, la questione del rifinanziamento degli ammortizzatori in deroga che necessita di una risposta sempre più urgente. E' però evidente il tema di una economia in stallo e di un mercato del lavoro praticamente bloccato che troppi danni sta facendo sul piano sociale. Questa deve essere la priorità dell'agenda politica nazionale e locale: ogni altro tema – conclude Riso - rischia di essere fumo negli occhi per quella parte di società sempre più esasperata dalla mancanza di occupazione e di prospettive per il futuro”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Crisi occupazionale, non si arresta il ricorso alla cassa integrazione

ModenaToday è in caricamento