Chiude la concessionaria Mps Car, licenziamento collettivo per 36 addetti

L'azienda di via Emilia Est che vende i veicoli a marchio Volkswagen è in liquidazione. Nuovo incontro tra vertici di MPS Car e sindacati il 18 luglio

I sindacati Filcams Cgil e UilTucs Uil di Modena esprimono forte preoccupazione per il lavoratori di Mps Car srl di via Emilia Est, concessionaria del marchio Volksvwagen. L'impresa, dopo aver dichiarato lo stato di liquidazione, ha aperto la procedura di licenziamento collettivo, poi comunicata a lavoratori e sindacati. Ad oggi, i 36 dipendenti ancora in forza, non hanno nessuna certezza riguardo al loro futuro se non quella che dopo il 15 luglio la Mps Car in liquidazione non potrà più gestire il marchio Volksvwagen e che, di conseguenza, sarà cessata l’attività. 

I sindacati incontreranno nuovamente l’azienda il 18 di luglio nel merito della procedura di licenziamento collettivo. “Proveremo nuovamente a chiedere ai liquidatori che rappresentano l’azienda al tavolo un atteggiamento diverso in questa vicenda che tenga conto anche delle sorti di 36 dipendenti – affermano Giulia Casamassima della segreteria della Filcams Cgil di Modena e Thomas Mc Carthy UilTucs Uil di Modena  - Non è stata presa nemmeno in considerazione – proseguono i due sindacalisti - una prosecuzione dell’attività anzi, il loro obiettivo sembra solo quello di chiudere la partita in fretta senza provare a cercare eventuali acquirenti che possano proseguire l’attività con i dipendenti già in forza”. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“E’ notizia di qualche giorno fa, comunicata ai dipendenti dalla Mps, che l’ultima retribuzione sarà dilazionata in due tranche che non è esattamente un bel segnale per un’azienda già in liquidazione” affermano Giulia Casamassima e Thomas Mc Carthy. “Continueremo a seguire la vicenda insieme ai lavoratori – concludono i sindacalisti della Filcams Cgil e della UilTucs di Modena - perché le evoluzioni potrebbero essere molteplici e non escludiamo la possibilità di coinvolgere il Comune di Modena nel caso in cui questa vicenda dovesse assumere contorni non favorevoli per il personale coinvolto.” 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le creme solari pericolose per la salute: 4 sostanze fondamentali

  • Contagio, due nuovi casi a Carpi e Castelvetro. Deceduta una 54enne

  • Covid. In Emilia-Romagna oggi 31 casi e 7 decessi

  • Contagio, nel modenese quattro nuovi casi e un ricovero in Terapia Intensiva

  • Coronavirus, 13 nuovi positivi asintomatici in Regione. Undici i decessi

  • Carpi, da domani attivi i nuovi fotored. Presto altri quattro incroci monitorati

Torna su
ModenaToday è in caricamento