rotate-mobile
Venerdì, 12 Agosto 2022
Economia

Castelfranco, chiude il supermercato Dimeglio: 8 lavoratori a rischio

Ad oggi però non è arrivata alcuna risposta dal gestore sulla sorte dei dipendenti, nemmeno in merito all'attivazione di una cassa integrazione straordinaria per cessazione attività

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ModenaToday

La chiusura del punto vendita Di Meglio di Castelfranco Emilia appare ogni giorno più paradossale. In gestione dal 1997 alla ditta Gulinelli Snc, il 20 maggio scorso ha chiuso i battenti senza spiegazioni ai lavoratori. Solo a fine giugno, e a seguito della vertenza sindacale avviata dalla Filcams-Cgil di Modena, la Gulinelli Snc ha comunicato ai lavoratori (con una semplice lettera raccomandata) la risoluzione del contratto di affitto di ramo d'azienda con la Market Ingross Srl, società che aveva originariamente dato in gestione l'attività. Perciò a partire dal 20 maggio 2013 i lavoratori avrebbero dovuto considerarsi dipendenti della Market Ingross. 

Il negozio chiuso e la comunicazione di Gulinelli Snc hanno avuto quale unica conseguenza la risposta di Market Ingross che contestava il mancato perfezionamento della risoluzione del contratto di affitto di ramo d'azienda, non ritenendosi in alcun modo responsabile della presa in carico della forza lavoro del punto vendita. Nei giorni scorsi, presso la sede della Cgil di Modena, si è tenuto un incontro tra le parti in causa per poter finalmente dirimere la vicenda dei lavoratori. Ad oggi però non è arrivata alcuna risposta da parte di Gulinelli Snc sulla sorte degli 8 lavoratori, nemmeno in merito all'attivazione di una cassa integrazione straordinaria per cessazione attività, in attesa di dirimere la controversia con Market Ingross rispetto alla risoluzione del contratto di affitto. 

Da due mesi i lavoratori non hanno un posto di lavoro pur non essendo disoccupati, ed al contempo non hanno nemmeno un datore di lavoro che li riconosca come lavoratori dipendenti. La crisi economica, che sta purtroppo coinvolgendo anche il settore del commercio di prossimità, non può certo essere presa a pretesto per spiegare l'incredibile situazione del Di Meglio di Castelfranco Emilia. La Filcams-Cgil di Modena in questi giorni ha ottenuto l'immediato interessamento dell'Amministrazione Comunale di Castelfranco Emilia e della Provincia di Modena, nella speranza che un tavolo di confronto istituzionale possa finalmente giungere a soluzioni condivise per la salvaguardia dei posti di lavoro. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Castelfranco, chiude il supermercato Dimeglio: 8 lavoratori a rischio

ModenaToday è in caricamento