rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022
Economia

Coltivatori modenesi con pensione di 500 euro e senza servizi sociali

7.200 coltivatori modenesi prendono massimo 500 euro di pensione e senza aver accesso facilitato ai servizi sociali. Il tessuto territoriale si sta per rompere e la povertà dilaga nelle campagne

Non superano i 500 euro al mese le pensioni di 800mila pensionati coltivatori diretti in Italia che vivono nelle campagne e stanno attraversando un periodo estremamente difficile ma che, nonostante questo, sono anche impegnati nel presidio territoriale nelle aree rurali dove sono spesso il motore di iniziative ed esperienze culturali e di solidarietà. E’ quanto è emerso nel corso dell’assemblea dell’Associazione Pensionati Coldiretti di Modena che si è tenuta questa mattina, in rappresentanza di 7.200 pensionati coltivatori diretti modenesi. Dato che segue quello dell'impoverimento delle famiglie e dei prezzi del consumo di Federconsumatori che indicano dove conviene fare la spesa.

COLDIRETTI: "SERVE PIU' POTERE D'ACQUISTO". “Oltre alla disparità di trattamenti – ha detto il presidente Corradini nella sua relazione - nelle aree rurali si aggiunge la carenza di servizi sociali che rende piu’ difficile la vita degli anziani, dagli ospedali alle poste. La maggioranza dei coltivatori diretti pensionati riceve meno della metà di mille euro. I nostri pensionati comprendono la difficile situazione del Paese, ma non possono tacere sull’insostenibilità sociale della situazione dei coltivatori pensionati e delle loro famiglie, sulle quali si vanno sempre più scaricando i disservizi e le insufficienze dell’intervento pubblico". Coldiretti ha poi concluso: "Da qui la necessità di intervenire per recuperare il potere di acquisto delle pensioni più basse ma va anche riconosciuto un sostegno per le famiglie che si fanno carico di accudire in casa gli anziani con disabilità e/o non autosufficienza". 

ELEZIONE DEL NUOVO CONSIGLIO. L’assemblea dell’Associazione Pensionati di Coldiretti Modena si è conclusa con l’elezione del nuovo consiglio che risulta così composto: Augusto Corradini, Claudio Bellucci, Enrico Bonvicini, Vincenzo Chiletti, Giacomo Ghiselli, Aurelio Pattuzzi, Luigi Nizzi, Ivaldo Serafini, Lorenzo Setti, Ivo Tassi, Dino Venturi.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coltivatori modenesi con pensione di 500 euro e senza servizi sociali

ModenaToday è in caricamento