rotate-mobile
Economia

Confapi Emilia. Ricostituito il gruppo donne imprenditrici

A Modena è stata sancita la ricostituzione del Gruppo delle Donne Imprenditrici – ConfapiD e la relativa elezione del Consiglio direttivo che resterà in carica dal 2020 al 2023

Govedì 16 Luglio 2020, si è svolta a Modena l’assemblea delle donne imprenditrici di Confapi Emilia, che ha sancito la ricostituzione del Gruppo delle Donne Imprenditrici – ConfapiD e la relativa elezione del Consiglio direttivo che resterà in carica dal 2020 al 2023 e sarà composto da dodici donne imprenditrici rappresentanti tutto il territorio emiliano:

Barbara Sabellico (Studio 42); Graziella Bellotti (A.B.C. Bilance Srl); Barbara Astolfi (Il Calcagnino); Donatella Pecchini (Felmar Srl); Martina di Sciascio (Gi.Group Srl); Roberta Paglioli (Omonima azienda); Barbara Peca (Relizont Spa); Chiara Borellini (Giorgio Bormac Srl); Francesca Mazzoni (Omonima azienda); Cristina Giacomelli (PMI Servizi associati Srl); Daniela Colli (CMV Srl); Laura Schedoni (Consorzio Clean Service Srl).

«La ricostituzione del Gruppo Donne - ha subito commentato l’Avv. Barbara Sabellico, neoconsigliera eletta di ConfapiD Emilia - rappresenta un traguardo importante per la nostra Associazione, perché mette nuovamente in primo piano il valore dell’impresa al femminile. Femminili saranno le soft skills, ovvero le capacità emotive e relazionali che saranno richieste nel mercato del lavoro nel quale, anche a seguito della “rivoluzione” organizzativa che il Covid-19 ci sta imponendo, per rimanere competitivi sarà richiesto un modo diverso di organizzare le Piccole e Medie Industrie: le donne saranno determinanti per immaginare e progettare in anticipo come dovremo lavorare domani, per riconoscere la “forza delle differenze” come modello di integrazione e pari opportunità ad ogni livello, oltre che l’applicazione di programmi e iniziative che facilitano la conciliazione tra vita professionale e privata”. Come ha scritto Silvia Zanella nel libro “Il futuro del lavoro è femmina”, «Femminile è oggi il punto di vista necessario per comprendere davvero come lavoreremo domani». 
Ricordiamo che ConfapiD Emilia accoglie imprese associate a Confapi Emilia provenienti da tutti i settori produttivi e si pone come punto di riferimento e di contatto per la diffusione di una nuova e più consapevole cultura imprenditoriale, incoraggiando azioni di networking tra le diverse realtà per creare un sistema che possa dar voce e sostenere l’imprenditoria femminile.

«In particolare, tra gli obiettivi primari del gruppo donne imprenditrici di Confapi Emilia - prosegue la neoconsigliera del gruppo Graziella Bellotti - c’è la volontà di consolidare il proprio ruolo di interlocutore primario e propositivo nei confronti di tutte le Istituzioni del territorio emiliano, per porre in atto azioni concrete dirette a posizionare sempre di più la categoria, dando al sistema un contributo attivo e concreto che andrà ben al  di là delle sole azioni di genere. Per 20 anni – conclude la neoconsigliera - ho militato nel gruppo di Donne Imprenditrici di Confapi e per questo mi sono impegnata con determinazione, dopo il ritorno in Confapi della nostra territoriale, per ricostituire la categoria. Questo è un altro segnale che Confapi sta con determinazione consolidando il proprio posizionamento soprattutto in termini di rappresentanza delle PMI. Sono felice e onorata di farne parte di nuovo».


All’Assemblea è intervenuto anche Presidente di Confapi Emilia, Ing. Giovanni Gorzanelli, che ha espresso grande apprezzamento e soddisfazione nel rivedere la costituzione così numerosa di un consiglio direttivo del Gruppo Donne da sempre strategico per il sistema Confapi: «Un gruppo numeroso, ben oltre le aspettative, che assumerà un ruolo di stimolo e di crescita per il nostro sistema associativo, con una partecipazione sempre più dinamica e tangibile nelle attività e nelle politiche di tutta Confapi Emilia».
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Confapi Emilia. Ricostituito il gruppo donne imprenditrici

ModenaToday è in caricamento