Fabbriche aperte per smaltire le giacenze nei magazzini, c'è l'ordinanza

In regione potranno essere spediti gli ordini ancora fermi nei magazzini: lo prevede il documento firmato ieri sera dal Ministro Speranza e da Bonaccini

Mele scorse ore è stata accolta la richiesta di una vasta parte del mondo produttivo, che lamentava la necessità proseguire l'attività per spedire le lavorazioni ultimate e garantire così tutto il processo di vendita. Una possibilità che era stata fornita per un periodo limitato a pochi giorni dopo il Decreto del 22 marzo che stabiliva il lockdown, ma che evidentemente necessitava di tempi maggiori.

Una richiesta avanzata in modo particolare, per il territorio modenese, dal settore ceramico: nei piazzali e nei capannoni di Sassuolo e dintorni, infatti, giace ancora un gran numero di piastrelle destinate al mercato italiano e a quello estero che sono in attesa di poter essere caricate sui camion e la cui mancata consegna si traduce in un ulteriore e ben evidente danno per le imprese.

Le pressioni del mondo politico e imprenditoriale si sono concretizzate nell'ordinanza adottata ieri sera a firma del Ministro della Salute Roberto Speranza e del presidente della Regione Stefano Bonaccini, che prevede norme particolari per l'Emilia-Romagna fino al 13 aprile. All'ultimo punto del primo articolo si legge che in tutto il territorio regionale è "autorizzata la vendita nel territorio nazionale ed estero esclusivamente delle scorte di magazzino di attività di impresa già sospese", con impiego di personale in lavoro agile" o, se necessaria la presenza, con modalità organizzative che garantiscano le misure anti-contagio previste nei protocolli per la sicurezza indicati dalle normative in vigore.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Gli addetti alla logistica potranno dunque tornare al lavoro per il tempo necessario a concludere le spedizioni. L'ordinanza auspica l'impiego di personale in "lavoro agile", ma consente ovviamente la presenza fisica dei lavoratori - non potrebbe essere altrimenti - nel rispetto dei protocolli di sicurezza e del distanziamento imposto a prescindere dalla normativa anticontagio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Chiude anche la Cornetteria: "Queste regole impediscono di lavorare"

  • Coronavirus, tornano a crescere i casi in regione. "Stiamo testando gli asintomatici"

  • Fase 2, buone notizie per chi deve prendere la patente: c'è la data per la riapertura delle scuole guida

  • Contagio, due nuovi casi a Carpi e Castelvetro. Deceduta una 54enne

  • Contagio, ancora due positivi nel modenese. Ennesimo decesso in Appennino

  • Covid-19 e fase acuta: a Modena il primo intervento di riparazione del tessuto polmonare

Torna su
ModenaToday è in caricamento