rotate-mobile
Martedì, 9 Agosto 2022
Economia Via Ganaceto / Via Ganaceto, 140

Ricostruzione, gli imprenditori contestano Governo e Regione

Circa 600 persone sono intervenute stamane all'incontro alla Camera di Commercio di Modena per fare il punto sulla proroga delle tasse, forti contestazioni per i parlamentari presenti

Tanti gli imprenditori intervenuti questa mattina all'incontro tra le associazioni economiche e i parlamentari che si è svolto nella sala Leonelli della Camera di Commercio di Modena. L'incontro, che ha visto la partecipazione di circa 600 persone secondo le stime della Camera di Commercio, si è trasformato nell'occasione per gli imprenditori colpiti dal sisma di manifestare la propria delusione e la propria rabbia nei confronti di Governo e Regione, contestando pesantemente consiglieri e parlamentari Pd.

ASSOCIAZIONI - "Nessuno ha chiesto sconti fiscali, vogliamo solo essere messi nelle condizioni di ripartire, quest'anno perderemo il 40% della produttività, e non possiamo permetterci che accada anche l'anno prossimo", queste le parole di Luigi Mai, numero uno del Cna di Modena che lancia l'ipotesi di uno sciopero fiscale e di una possibile manifestazione a Roma. "Non possiamo onorare gli impegni contributivi per il 16 dicembre, non abbiamo ricavi da mesi ormai. Tutti gli adempimenti fiscali devono essere prorogati al 30 giugno, altrimenti il rischio è quello di far chiudere centinaia imprese», afferma Erio Luigi Munari, presidente di Lapam Modena, parlando a nome delle 13 associazioni economiche.

CONTESTAZIONI - L'incontro è stato caratterizzato da numerose contestazioni all'operato del Governo e della Regione, accusata quest'ultima di essere alquanto sfuggente ai problemi reali delle aree colpite dal sisma: "noi vorremmo che Errani e sindaci fossero in prima fila con noi. E invece per l'ennesima volta i rappresentanti della Regione sono sempre presi dai loro impegni e ci sfuggono", aggiunge un agricoltore di San Prospero, riferendosi all'assessore regionale alle Attività produttive, Gian Carlo Muzzarelli, che ha dovuto lasciare l'incontro poco dopo aver parlato. Numerose anche le contestazioni in riferimento all'assenza del Presidente Errani che accusano la politica di essere distante: "Siete fuori dal mondo e dalla realtà, solo aria fritta". Le contestazione erano dirette ai parlamentari del Pd che si sono succeduti sul palco dell'incontro tra le categorie e i politici: Ivano Miglioli, Giulio Santagata e Giuliano Barbolini.


SOLUZIONI - "Con riferimento alle polemiche per l’assenza del presidente della Regione questa mattina alla Camera di Commercio di Modena, vorrei precisare che, come avevo detto all’inizio del mio intervento, in quella sede rappresentavo il presidente e commissario straordinario per la ricostruzione Errani che proprio oggi è a Roma per incontrare il Governo, alla ricerca di ulteriori soluzioni per soddisfare le esigenze delle imprese nelle aree terremotate”. Lo ha dichiarato l’assessore regionale Gian Carlo Muzzarelli al termine dell’assemblea di imprenditori alla Camera di Commercio modenese. D’accordo con gli organizzatori del convegno – ha aggiunto l’assessore alle Attività produttive - dopo il mio intervento mi sono recato a Bologna per rappresentare la Regione all’incontro con il ministro per la Pubblica amministrazione Filippo Patroni Griffi al quale ho trasmesso le preoccupazioni e le tensioni di un’area che è strategica per tutto il Paese. Il presidente Errani e la Regione Emilia-Romagna sono al fianco di chi rivendica giustamente il diritto a che si tenga conto dei gravissimi danni del sisma. E’ stato per me un dispiacere non potere seguire i lavori sino alla fine ma la concomitanza con la presenza del ministro a Bologna non me lo ha consentito. Ho considerato fosse più giusto ed efficace riportargli immediatamente le richieste dell’Emilia-Romagna”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ricostruzione, gli imprenditori contestano Governo e Regione

ModenaToday è in caricamento