Distribuzione cooperativa, dopo 5 anni c'è l'accordo sul contratto integrativo

Una misura che riguarda 65.000 lavoratori, di cui un buon numero anche sul territorio modenese

Dopo una lunga e complessa trattativa durata 5 anni, nella giornata di oggi è stato siglato, da parte delle Associazioni Cooperative ANCC-COOP, CONFCOOPERATIVE CONSUMO E UTENZA, A.G.C.I Settore consumo e le Organizzazioni Sindacali FILCAMS-CGIL, FISASCAT-CISL, UILTuCS-UIL, l’accordo di rinnovo della parte economica del CCNL per i dipendenti da imprese della distribuzione cooperativa.

L’accordo prevede un aumento retributivo a regime di 65 euro lordi (di cui 50 euro da febbraio e la restante parte a luglio) al quarto livello riparametrati e riproporzionati ed una indennità una tantum di 1.000 euro (di cui 500 euro a febbraio 2019 e il resto a marzo 2020).

Le parti hanno inoltre concordato di investire sul welfare aziendale aumentando il contributo a carico delle cooperative per il consolidamento e il miglioramento delle prestazioni sanitarie. L’accordo prevede un incremento di 48 euro all’anno per i lavoratori a tempo parziale e di 12 euro all’anno per i lavoratori a tempo pieno. Le parti hanno convenuto inoltre di lasciare inalterate le altre norme contrattuali vigenti pur se più onerose per le imprese cooperative.

Il commento di Stefano Bassi, Presidente Ancc-Coop (Associazione Nazionale Cooperative di Consumatori): “Siamo soddisfatti innanzitutto perché l’accordo raggiunto nel dare risposte concrete ai lavoratori consente un importante risparmio strutturale sui costi aziendali, consolida e migliora le prestazioni di assistenza sanitaria erogate dal Fondo Coopersalute e garantisce un presidio territoriale nelle aree marginali. Tutto ciò conferma la distintività anche contrattuale della cooperazione dei consumatori rispetto altre insegne della grande distribuzione. Un ringraziamento particolare alla delegazione trattante e a quanti hanno sostenuto le posizione della cooperazione di consumatori”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La cooperazione di consumatori è uno dei grandi datori di lavori dell’economia nazionale, occupa oltre 65.000 dipendenti delle cooperative di consumatori, circa 2 miliardi di retribuzioni e oneri sociali versati, più del 94% i contratti di lavoro a tempo indeterminato, oltre 17 milioni le risorse investite in percorsi formativi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente in via Pancaldi, non ce l'ha fatta lo scooterista di 55 anni

  • Coronavirus, 69 nuovi casi in regione. La metà tra Bologna e Reggio Emilia

  • Covid, 6 casi nel modenese. Un nuovo ingresso in terapia subintensiva

  • Covid, famiglie e imprese dovranno segnalare i rientri dall'estero. Poi quarantena in hotel

  • Coronavirus, 39 nuovi casi positivi in regione: 10 sono a Modena

  • Assalto al distributore Coop del Grandemilia, colonnine divelte con una ruspa

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ModenaToday è in caricamento