rotate-mobile
Economia

Miele di qualità, contributi dalla Regione per gli apicoltori modenesi

Entro il 14 novembre potranno essere presentate le domande alla Provincia, con l'obiettivo di incrementare la qualità degli alveari e dei prodotti

Gli apicoltori modenesi hanno tempo fino al 14 novembre per presentare la domanda di contributo per il miglioramento della produzione e della commercializzazione del miele per l’anno apistico 2014-2015.  La Regione Emilia Romagna ha adottato il bando contenente le disposizioni per la presentazione delle richieste. Tutte le informazioni, la modulistica e le modalità di presentazione delle domande alla Provincia, tramite apposito software regionale, sono disponibili nel sito www.agrimodena.it Per informazioni è possibile rivolgersi all’assessorato provinciale Agricoltura, via Scaglia est 15 a Modena (059 209738). Sono previste risorse per oltre 470 mila euro a livello regionale.

L’obiettivo dei contributi è migliorare ulteriormente la qualità degli alveari e dei prodotti; sono finanziati in particolare l’assistenza tecnica, la formazione professionale degli apicoltori, la lotta contro la varroasi (acaro che danneggia gli alveari) fino ai programmi di ricerca per sviluppare il comparto. 
Secondo i dati più recenti del censimento apistico regionale (fonte assessorato  regionale alla Sanità) in provincia di Modena vi sono oltre 300 apiari (postazioni) per circa 10.000 alveari. Se si stima che un arnia produce mediamente sui 18 chili, la produzione annua si aggira sui 180 mila chili per un fatturato valutato oltre i 500 mila euro. 

I produttori apistici professionisti, quelli cioè che producono miele da commercializzare e devono sottostare alle norme di legge del settore, in provincia di Modena sono circa una cinquantina. Mentre gli apicoltori che detengono api ad uso e consumo familiare sono all’incirca 300.   

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Miele di qualità, contributi dalla Regione per gli apicoltori modenesi

ModenaToday è in caricamento