menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Carpi, da Comune e Fondazione 40.000 euro a sette aziende che producono mascherine

E’ diventato realtà il finanziamento alle imprese del tessile che hanno convertito la propria produzione per realizzare mascherine anti-Covid: la Giunta comunale infatti ha approvato, con delibera immediatamente esecutiva, il piano di sovvenzioni previsto dall’apposito bando, cosa che consente di erogare i contributi a sette imprese del territorio, per un totale di quasi 40mila euro. Si tratta di «sovvenzioni erogate a sostegno di iniziative singole, come contributo straordinario», ai sensi del “Regolamento per la Concessione di finanziamenti e benefici economici a soggetti pubblici e privati”.

La delibera completa un iter iniziato il 14 aprile scorso, quando la Giunta approvò i criteri, elaborati da “Carpi Fashion System 2020”, per domande di sovvenzione da parte di imprese modenesi del comparto tessile-abbigliamento che intendessero produrre mascherine e dispositivi di protezione individuale ai sensi del cosiddetto “Decreto cura Italia”.

Il regolamento prevedeva un contributo massimo per azienda non superiore a 7.000€, o di ammontare pari alla spesa se questa fosse inferiore al massimo stabilito: le sovvenzioni variano così da 2.880,00 a 7.000 a seconda dei costi documentati dalle singole aziende.

L'importo totale di 39.440€ erogato dall’Amministrazione comunale proviene da un contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Carpi al “Progetto Carpi Fashion System 2020 per la definizione e attuazione di un piano per la competitività del distretto moda”.

«Siamo orgogliosi – commenta Stefania Gasparini, Vice-Sindaco e Assessore all’Economia - di avere sostenuto la capacità e la volontà delle aziende del territorio di mettersi in gioco nel percorso di fabbricazione e certificazione delle mascherine, consapevoli che tale percorso non è stato semplice e che ha necessitato di investimenti sia tecnologici sia economici. E’ l’ulteriore dimostrazione della qualità delle nostre aziende e della loro abilità di adattarsi alle sfide che gli si pongono davanti».

Corrado Faglioni, presidente della Fondazione CR Carpi, sottolinea: «Siamo stati subito concordi nel reindirizzare un nostro finanziamento, inizialmente previsto per il progetto “Carpi Fashion System”, ad aiutare le imprese della filiera moda a convertire parte della loro produzione a realizzare mascherine anti-Covid, in questo momento di grande difficoltà per il settore: crediamo nel tessuto produttivo locale e ci siamo per sostenerlo anche nella sua capacità di adattarsi e reinventarsi per resistere alle crisi».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Ufficiale, l'Emilia-Romagna torna in zona arancione da lunedì

Attualità

Zona arancione, cosa cambia da lunedì 12 aprile a Modena

Attualità

Focolaio covid all'Ospedale di Sassuolo, positivi 15 pazienti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ModenaToday è in caricamento