rotate-mobile
Mercoledì, 17 Agosto 2022
Economia

Coop Estense fa il pieno di benzina, acquisiti altri 46 distributori 

Proseguono gli investimenti del colosso cooperativo modenese nel settore dei carburanti e dell'energia. Coop Estense acquisterà le quote di Energy Rete in Ccpl, controllando così 46 nuove stazioni di servizio. Via libera dall'Antitrust, ma non senza dubbi

Sempre più pompe di benzina a marchio Coop. L'Antitrust ha dato il via libera all'acquisizione da parte di Coop Estense degli asset attivi nell'approvvigionamento e nella distribuzione di carburanti del gruppo Ccpl. Con una chiosa: in provincia di Modena in effetti qualche sovrapposizione c'è, ma non sufficiente da innescare posizioni dominanti nel mercato tale da pregiudicare la concorrenza. L'operazione sul gruppo Ccpl, si legge nel bollettino dell'Autorità del 24 agosto, "rientra nel piano redatto da quest'ultimo in funzione della stipula di un accordo con le banche per la ristrutturazione dei debiti". La transazione con Coop avverrà attraverso la società Carburanti 3.0, posseduta al 100% da Coop Estense e costituita ad hoc lo scorso 17 luglio per diventare, nel settore oil, l'espressione della fusione di Coop Estense, Coop Adriatica e Coop Nordest (guida l'ad Massimo Ferrari, presidente di Energya).

Nel dettaglio, Coop Estense acquisirà da Ccpl il 100% delle quote di Energy Rete, società che possiede senza gestirli in proprio 46 punti vendita carburante in Emilia-Romagna, un ramo d'azienda di Eos (100% Ccpl) consistente nella proprietà (senza gestione) di un distributore in provincia di Piacenza e un ramo di Energy Group (100% Ccpl) che opera nella gestione di impianti di distribuzione. Gli attori in ballo non sono certo nuovi al mercato di riferimento in regione: i 46 impianti Energy Rete li possiede, pur non gestendoli direttamente, nelle province di Piacenza (tre), Reggio Emilia (25), Parma (otto), Modena (sei), Rimini (uno) e Bologna (tre). Di questi 46, 37 sono gestiti da Energy Group (uno in provincia di Piacenza, 19 in provincia di Reggio Emilia, otto in provincia di Parma, sei nel modenese e tre nel bolognese).

Inoltre, Estense Energy è presente con due propri punti vendita in provincia di Modena, Adriatica Energy con un proprio punto vendita in provincia di Bologna e con un secondo, di recente apertura, in provincia di Forli'-Cesena. Coop Estense, da parte sua, è attiva da tempo nel mercato della distribuzione carburanti in rete sia attraverso la citata Estense Energy (due impianti in provincia di Modena) sia direttamente, attraverso propri punti vendita (uno ciascuno nelle province di Bari, Brindisi, Foggia, Lecce e Modena). Se la transazione interessa anche le quote detenute dalla stessa Energy Group in altre società, l'Antitrust segnala che l'operazione "comporta l'acquisizione del controllo di parti di imprese, nonchè l'acquisizione del controllo esclusivo di due società (Energy Rete ed Energya), il passaggio dal controllo congiunto al controllo esclusivo di una terza impresa (Estense Energy) e l'acquisizione del controllo congiunto di altre due imprese

L'unico mercato in cui si rileva una sovrapposizione tra le attività oggetto di acquisizione e quelle svolte da Coop Estense, sottolinea dunque l'Agcm, è quello della distribuzione di carburanti nella provincia di Modena, che rappresenta il bacino principale dell'operazione su Ccpl e dove Coop Estense appunto ha già impianti. Ma "l'operazione non appare in grado di mutare significativamente le condizioni di concorrenza", conclude l'Agcm.

(DIRE)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coop Estense fa il pieno di benzina, acquisiti altri 46 distributori 

ModenaToday è in caricamento