Coop sociale Pomposiana investe ed espande la sede

Domani – sabato 12 ottobre – inaugura l'ampliamento della propria sede (via Canaletto Nord 935/a), realizzato grazie anche al contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Modena, e presenta le sue attività

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ModenaToday

È considerata la “pioniera” delle cooperative sociali modenesi. Nata nel febbraio 1981 – dieci anni prima della legge quadro sulla cooperazione sociale – la cooperativa sociale Pomposiana di Modena ha visto crescere negli ultimi anni attività, opportunità lavorative e fatturato. Domani – sabato 12 ottobre – inaugura l'ampliamento della propria sede (via Canaletto Nord 935/a), realizzato grazie anche al contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Modena, e presenta le sue attività.

«La nostra cooperativa si occupa di manutenzione di parchi e giardini, servizi ambientali, raccolta differenziata e agricoltura biologica con produzione certificata - spiega Maurizio Marcon, presidente della Pomposiana dal 2007 – Domani presentiamo anche la nuova attività di telelavoro e servizi informatici alle imprese, un settore che occupa dieci persone con un'età media di trent'anni». La Pomposiana ha attualmente 24 soci, mentre i dipendenti sono 39, 26 dei quali svantaggiati. «Il nostro scopo sociale è svolgere attività produttive e servizi di qualità, creando opportunità e condizioni finalizzate all’inserimento lavorativo di persone con diverse tipologie di disagio (tossicodipendenti, soggetti in trattamento psichiatrico, invalidi fisici e psichici). Per ognuna – continua Marcon - viene  attivato un progetto in collaborazione con i servizi socio-sanitari del territorio».

Gli investimenti realizzati negli ultimi anni dalla Pomposiana per la sede, autocarri attrezzati, macchinari, attrezzature per officina e informatizzazione ammontano a 700 mila euro e hanno permesso alla cooperativa di ridurre l’impatto della crisi, compensare il calo di alcuni servizi tradizionali, creare nuove condizioni di sviluppo e migliorare la qualità dei servizi. L'edificio che si inaugura domani è un capannone per il ricovero di automezzi che consente di potenziare la manutenzione interna, agevolando le attività e riducendo i costi aziendali. All'inaugurazione intervengono il sindaco Giorgio Pighi, i presidenti di Confcooperative Gaetano De Vinco e Legacoop Lauro Lugli, il presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Modena Andrea Landi, quello del Consorzio di Solidarietà Sociale di Modena Arturo Nora, rappresentanti dell'Azienda Usl, Hera e altri committenti della cooperativa.

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ModenaToday è in caricamento