rotate-mobile
Economia Bellaria / Autostrada del Sole

Articolo 18, corteo Fiom: autostrada invasa dai manifestanti

Viabilità modenese in tilt oggi pomeriggio causa corteo Fiom: manifestazione in tangenziale e fuori programma con l'occupazione dell'Autosole. Gli organizzatori: "Siamo in 10mila"

Pomeriggio di passione per gli automobilisti modenesi: il corteo Fiom previsto per la data odierna sulla tangenziale nord si è esteso anche all'Autostrada del Sole. I manifestanti, infatti, hanno contravvenuto al loro stesso programma: infatti, le tute blu avrebbero dovuto concludere la manifestazione al casello di Modena Nord, invece hanno invaso l'A1 bloccando la circolazione e causando gravi disagi a chi era in viaggio. Come riferito da Autostrade per l'Italia poco prima delle ore 17, a causa del corteo Fiom, la circolazione è bloccata tra il Bivio per la A22 del Brennero e Modena nord, in entrambe le carreggiate: segnalate, inoltre, code di due km verso Bologna, a partire da Reggio Emilia e incolonnamenti di tre km in direzione di Milano, a partire da Modena sud. Al fine di scongiurare ulteriori disagi, sono state chiuse le entrate di Reggio Emilia e Modena sud. A cercare di gestire la situazione e di ripristinare la circolazione sono intervenuti sul posto gli operatori di Autostrade per l'Italia e gli agenti della Polizia Stradale.

CGIL - Il sindacato di piazza Cittadella ha cantato vittoria per l'alta adesione avuta alla manifestazione di oggi pomeriggio "in concomitanza con lo sciopero di 4 ore di tutti i lavoratori delle aziende metalmeccaniche della provincia di Modena". Stando agli organizzatori, "10mila lavoratori" (verosimilmente 7mila manifestanti) hanno preso parte al corteo. Assieme alla Fiom/Cgil, hanno proclamato sciopero nella giornata di oggi anche le Rsu Uilm/Uil della CNH, le Rsu unitarie Fim-Fiom-Uilm della Titan di Finale Emilia, e in tutte le aziende più importanti (Motovario, Nuova Fima, Angelo Po, Goldoni, Emmegi, Rossi Motoriduttori) hanno scioperato anche delegati e iscritti di altre Organizzazioni sindacali. Lo sciopero di oggi è stato proclamato dalla Fiom/Cgil di Modena nell’ambito del primo pacchetto di 8 ore (delle 16 ore complessive) proclamate dal Direttivo nazionale Cgil. La Fiom ha voluto ribadire con questa nuova azione di prostesta il no alla riforma del mercato del lavoro presentata dal Governo Monti e alla "manomissione dell’art.18 dello Statuto dei Lavoratori, e rivendica altresì la difesa degli ammortizzatori sociali in essere che hanno consentito di gestire questi difficili anni di crisi economica".

LEONI - Il consigliere regionale Pdl Andrea Leoni ha difeso la libertà di manifestare, ma ha altresì espresso dubbi sull'opportunità di paralizzare la circolazione stradale: "La Fiom-Cgil protesti quanto vuole per difendere l’articolo 18 ma non penso che provocare di fatto dei disagi ai cittadini rientri nelle corrette modalità per spiegare le propri intendimenti. In un momento di crisi come questo bloccare tangenziali o caselli autostradali produce difficoltà alle imprese ed ai cittadini e non penso che serva allo scopo di difendere quello che ormai è un feticcio ossia l’articolo 18"

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Articolo 18, corteo Fiom: autostrada invasa dai manifestanti

ModenaToday è in caricamento