La modenese Ri.Mos continua a espandersi, raggiunti 90 paesi

Prosegue la crescita dell'azienda di Mirandola, specializzata in prodotti per la ginecologia monouso e di prodotti vegetali multifunzionali per uso umano. Obiettivi 2017: "Quintuplicati gli investimenti sui social"

Un'azienda che cresce e lo fa grazie ai benefici dei prodotti naturali in ambito medico. Continua l'espansione dell'azienda Ri.Mos. di Mirandola, che rappresenta un'eccellenza italiana esportata con successo anche all'estero nell'ambito della ginecologia monouso e dei prodotti vegetali multifunzionali per uso umano (Holoil in Italia e Hyperoil all'estero) e per uso veterinario (Hypermix in Italia e Hypermixvet all'estero).

"La gamma Hyperoil è stata appena registrata in Costa d'Avorio e in Libano e stiamo investendo molto nell'Africa - spiega Maria Nora Gorni, presidente di Ri.Mos. - dove abbiamo partecipato a fiere e organizzato incontri e training sull'utilizzo della nostra medicazione a base di Neem e Iperico. Arriviamo così a quota 90 Paesi nel mondo con nostra grande soddisfazione. Visto, poi, il vero e proprio boom della mesoterapia, in particolare in Russia e Bielorussia, ci stiamo muovendo anche in queste direzioni: nel primo semestre di quest’anno abbiamo già segnato un +86,56%. Per quanto riguarda l'Italia, nel 2017 vogliamo arrivare in modo ancora più diretto ai consumatori finali, specialmente attraverso i social e attraverso un incremento nell’investimento di marketing, quintuplicato nel corso di quest'anno".

Il fiore all'occhiello dell'azienda è la linea Holoil System, prodotti a base di Neem e Iperico, frutto della costante e ininterrotta ricerca nel campo delle medicazioni multifunzionali vegetali. Le linee prodotte nello stabilimento di Mirandola, proprio al centro del dipartimento biomedicale emiliano celebre in tutto il mondo, sono in grado di coadiuvare la rigenerazione della cute lesa. Alcuni esempi di applicazione di Holoil e Hyperoil in campo umano: escoriazioni, abrasioni, herpes labiale, pruriti intimi, emorroidi, ragadi, fistole, ascessi, acne infetta, micosi, onicomicosi, unghia incarnita, verruche, geloni, punture d’insetti, afte, ustioni, ulcere da pressione, lesioni vascolari, anche diabetiche. È inoltre indicato come trattamento post tatuaggio e per il trucco semipermanente.

Le materie prime utilizzate nella produzione di Holoil e Hyperoil sono state selezionate per rispondere a specifici requisiti qualitativi. I fiori di Iperico provengono da agricoltura biologica certificata, tuttavia Ri.Mos. ha provveduto a certificare ulteriormente la loro qualità svolgendo test per verificare l’assenza di pesticidi e metalli pesanti; l’olio di Neem è estratto dai semi della pianta Melia Azadirachta Indica, spremuti a freddo e successivamente filtrato per eliminare le impurità.

Stessa composizione vegetale anche per il prodotto a uso veterinario Hypermix, amato perché ideale per la cute lesa degli animali (domestici, ma anche esotici) visto che idrata, lenisce, ed è inoltre sgradito agli insetti: "In Italia, la linea ad uso veterinario Hypermix performa molto bene con un +11% sul territorio nazionale. Nel resto del mondo, con il marchio Hypermixvet stiamo registriando un +83%; numeri che confermano la forza della gamma studiata per uso veterinario e tanto apprezzata dagli stessi veterinari" il commento della Gorni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rapina all'Eurospin, all'ospedale un dipendente colpito con un fucile

  • Elezioni: Provincia di Modena in linea con la Regione. Via Emilia targata Pd

  • Frontale fra auto e camion, 26enne muore sulla Panaria Bassa

  • Raro tumore ad una mano, trentenne salvato dalla cooperazione medica tra Modena e Bologna

  • Acqua "del rubinetto" e tumori alla vescica, uno studio fa luce sulle correlazioni

  • Gli insulti in dialetto modenese più famosi

Torna su
ModenaToday è in caricamento