Domenica, 13 Giugno 2021
Economia

Aceto Balsamico, Monari Federzoni cresce del +11% nel 2020

Nonostante le difficili condizioni economiche provocate dalla pandemia, in primis le chiusure nel canale fuori casa - sia in Italia che all’estero - l’Aceto Balsamico di Modena Igp vince la prova del 2020, registrando una produzione globale di 90 milioni di litricon un decremento del -5% dei volumi complessivi (dati Consorzio di tutela dell'Aceto Balsamico di Modena Igp).

A livello nazionale, durante lo scorso anno l’Aceto Balsamico di Modena Igp si è confermato uno degli alimenti protagonisti delle tavole italiane, registrando nel canale retail una sostanziale tenuta con un incremento delle vendite a volume pari all’1%Monari Federzoni Spa, storica azienda modenese, co-leader di mercato in Italia, ha segnato il miglior risultato della categoria con un aumento delle vendite a volume pari al +11% e a valore del +6,9%, guadagnando 1 punto di quota mercato a volume in Italia (canale retail Italia - dati IRI).

Oltre agli ottimi risultati conseguiti nel mercato dell’Aceto Balsamico di Modena Igp, Monari Federzoni Spa – prima azienda a ottenere nel 1912 la licenza per produrre e imbottigliare Aceto Balsamico e oggi brand da 12 milioni di bottiglie annue, distribuite in 60 Paesi – conferma i trend con dati più che positivi anche nei mercati dell’Aceto di Mele (+11% vendite a volume+8,7% a valore) e delle Glasse all’Aceto Balsamico (canale retail Italia - dati IRI).

Per quanto riguarda l’estero, mercato di elezione per il settore dell’Aceto Balsamico di Modena con il 92% del prodotto esportato per un valore pari a 891 milioni di euro (Rapporto Ismea-Qualivita 2020), lo scorso anno Monari Federzoni Spa ha segnato un incremento dei volumi esportati, con risultati molto positivi negli Stati Uniti, dove il brand si conferma leader nell’Aceto Balsamico di Modena importato, con un incremento dei volumi del +18%.

Il 2020 è stato un anno complesso, in cui siamo riusciti a crescere grazie a un’offerta fortemente innovativa e a una capillare distribuzione nelle principali catene di distribuzione sia in Italia che all'estero - spiega Matteo Candotto, Direttore commerciale Monari Federzoni Spa. Lo scorso anno è stato però anche l’anno di una nuova centralità del consumatore, che - per il settore dell’aceto e, in particolare, dell’Aceto Balsamico di Modena Igp - si è tradotta in nuove abitudini di consumo, e il riconoscimento importante della versatilità di un prodotto che, più che un semplice condimento, è per le sue caratteristiche un vero e proprio alimento. L’impegno per la diversificazione dell’offerta, che da sempre distingue i prodotti Monari Federzoni, ha dunque trovato un ulteriore positivo riscontro da parte di un consumatore sempre più attento alle qualità - ingredienti, gusto, impiego in cucina - di ciò che porta in tavola.” 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aceto Balsamico, Monari Federzoni cresce del +11% nel 2020

ModenaToday è in caricamento