rotate-mobile
Domenica, 14 Agosto 2022
Economia

Crisi, game over alla Cargill: stato di agitazione per 56 licenziamenti

Il sindacato agro-industria Flai/Cgil “respinge tale ipotesi di ristrutturazione e richiedono di attivare un confronto presso il Ministero del Lavoro, nel quale la Cargill illustri un piano industriale credibile

Un totale di 56 licenziamenti negli stabilimenti del Gruppo Cargill Italia Animal Nutrition, 5 nella sede di Modena. L’azienda ha pianificato così la sua riorganizzazione e ristrutturazione: chiusura dello stabilimento di Termoli con i suoi 15 dipendenti; chiusura dello stabilimento di Jesi con 16 dipendenti; licenziamento di 5 lavoratori presso lo stabilimento di Modena e di 20 impiegati tra Fiorenzuola d'Arda, Milano, e rete vendita. Ecco che il sindacato agro-industria Flai/Cgil “respinge tale ipotesi di ristrutturazione e richiedono di attivare un confronto presso il Ministero del Lavoro, nel quale la Cargill illustri un piano industriale credibile che possa scongiurare la chiusura di due stabilimenti e il licenziamento di 56 lavoratori”. Il sindacato per ora è pronto con uno stato di agitazione in tutti gli stabilimenti del Gruppo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Crisi, game over alla Cargill: stato di agitazione per 56 licenziamenti

ModenaToday è in caricamento