L'indagine. Fatturati in calo e incertezza sul futuro, "Ma le cooperative hanno reagito"

Il questionario diffuso da Confcooperative fra gli associati rivela come è stata vissuta la crisi. Solo una su quattro è stata costretta a chiudere, ma per tutte il fatturato è calato

Durante il lockdown un terzo delle cooperative ha perso meno del 10% del fatturato rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso; un altro terzo ha subito una riduzione dei ricavi compresa tra il 10 e 30%, mentre il 15% delle cooperative ha “bruciato” oltre la metà del suo fatturato. Il 60% ha dovuto ridurre l’attività, il 24,6% è stato costretto a sospenderla.

È quanto emerge da un questionario distribuito da Confcooperative Modena alle 184 imprese associate per fare il punto della situazione dopo la fase 1 dell’emergenza sanitaria. Hanno risposto 62 cooperative, in maggioranza cooperative sociali (35%) e agroalimentari (34%), poi di servizi (16%), abitazione, cultura, turismo e sport (12%).

L’85% delle cooperative aderenti a Confcooperative Modena dichiara di aver adottato un protocollo di sicurezza per contenere il rischio Covid in azienda, mentre un altro 10% lo sta facendo in queste settimane. Per garantire la continuità del lavoro, il 52% ha adottato forme di smart working, il 22% la consegna a domicilio, il 13% ha cambiato la gestione dei turni di lavoro, scaglionando ingressi e uscite. Il 60% delle cooperative ha attivato gli ammortizzatori sociali (cassa integrazione e fondo integrativo salariale), in media per meno di 50 addetti a cooperativa.

Quanto ai danni economici del lockdown, il 45% ritiene di aver subito perdite irreversibili e il 34% spera di poter recuperare nel breve-medio periodo, ma c’è per fortuna un 21% di cooperative che non accusa alcuna perdita. Il 37% prevede che entro la fine dell’anno avrà perso meno del 10% dei ricavi rispetto all’anno scorso, il 44% stima un calo tra 10 e 30%, il 15% prevede perdita tra 30 e 50%. Il 36% avverte un clima di incertezza e teme un calo di attività entro fine anno, ma la stessa percentuale (36) non si aspetta riduzioni di lavoro; il 10% prevede un aumento dei costi e l’8% non esclude una revisione del proprio modello di business.

«L’indagine riguarda la gestione dell’emergenza Covid-19, le misure di contenimento adottate in azienda, il giudizio sui provvedimenti istituzionali e sull’azione di Confcooperative», spiega il direttore di Confcooperative Modena Cristian Golinelli (in foto). «Il 60% delle nostre cooperative non ha richiesto finanziamenti bancari, - aggiunge Golinelli - ma tra il 40% delle associate che li ha chiesti, un quinto ha lamentato problematiche per i tempi lunghi di risposta».

Rispetto ai provvedimenti istituzionali di contenimento della pandemia, le cooperative assegnano un voto insufficiente (5,88) al Governo (5 per le misure a sostegno di imprese e lavoratori), mentre promuovono la Regione Emilia-Romagna (voto medio 6,13). Giudizio più che positivo, invece (7,54), su Confcooperative Modena e Uniservizi (la cooperativa di servizi) per le attività di assistenza e supporto fornite nelle scorse settimane.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per quanto riguarda le principali esigenze e/o richieste, le cooperative chiedono risposte più veloci dalle banche, meno burocrazia, riduzione del costo del lavoro, dispositivi di protezione individuale a costi sostenibili, circolari tecniche, webinar e altre forme di comunicazione e informazione continua. Infatti l’85% delle cooperative ha seguito tutti i momenti di informazione (e il 97% li ha ritenuti utili) promossi da Confcooperative Modena durante l’emergenza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Castelvetro, motociclista si scontra con un trattore e perde la vita

  • Rapina nella villa di Luca Toni, famiglia legata e minacciata con la pistola

  • Nuovo Dpcm a breve: stop anticipato a ristoranti-bar, no al divieto di circolazione

  • Coronavirus, 1.413 contagi in regione. A Modena i numeri raddoppiano

  • Coronavirus. 1.212 nuovi positivi e 14 decessi in regione. Modena prima provincia

  • Contagi, 123 casi nel modenese: 2 in Terapia Intensiva. Quattro decessi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ModenaToday è in caricamento