rotate-mobile
Domenica, 14 Agosto 2022
Economia Medaglie d'Oro / Via Bellinzona

Crisi, i costruttori Ance: "La pubblica amministrazione ci deve 14 milioni di euro"

Da gennaio 2008 a dicembre 2011, nella provincia di Modena hanno cessato l'attività 602 imprese edili (-34%) e hanno perso il lavoro 2.450 dipendenti (-31,5%), che salgono a oltre 4mila se si considerano i settori collegati

Le imprese associate all'Ance di Modena (Associazione Nazionale Costruttori Edili) vantano un credito di 14 milioni di euro con l'amministrazione pubblica modenese. Lo ha reso noto Stefano Betti, presidente dell'organizzazione affiliata a Confindustria. Secondo i costruttori modenesi, mancano all'appello gli importi dovuti da tutte quelle amministrazioni locali che hanno scelto di imporre alle imprese che vincono gli appalti pagamenti con scadenza anche

oltre i tre anni. "Stiamo denunciando da tempo - ha spiegato Betti - la gravissima crisi nella quale ormai versa senza alcun segnale di ripresa uno dei settori più importanti dell'economia del Paese". All'ombra della Ghirlandina non c'è di che sorridere: da gennaio 2008 a dicembre 2011, hanno cessato l'attività 602 imprese edili (-34%) e hanno perso il lavoro 2.450 dipendenti (-31,5%), che salgono a oltre 4mila se si considerano i settori collegati. "Un intero settore è in ginocchio - chiosa Betti - si deve trovare immediatamente una soluzione concreta, anche a costo di recuperare il denaro dovuto tramite azioni legali, oggi è il momento di avere risposte".
In base ai dati di tutto il sistema Ance, si stima a livello nazionale "la cifra di un miliardo di debiti delle sole imprese associate e si stima che di questo passo si potrà arrivare a 9 miliardi solo per le imprese Ance e a 19 miliardi per tutto il comparto, con il coinvolgimento di oltre 1.300 amministrazioni".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Crisi, i costruttori Ance: "La pubblica amministrazione ci deve 14 milioni di euro"

ModenaToday è in caricamento